Dall'estero

Il Brasile ha deciso di abbassare temporaneamente del 10% i dazi all’importazione su una gamma di prodotti, compresi vini, spiriti e aceti, con l’obiettivo di contenere l’inflazione sul mercato interno.

In base a questa risoluzione, i dazi all’importazione sui prodotti vitivinicoli (2204), sulle bevande spiritose (2208) e sugli aceti (2209) sono stati ridotti dal 20% al 18%.

La misura è entrata in vigore il 13 novembre ed è valida fino al 31 dicembre 2022. Tuttavia potrebbe diventare permanente se adottata dal blocco commerciale del Mercosur.

Scarica la risoluzione.

 

Gli aumenti di energia e materie prime rischiano di paralizzare l'agroalimentare. Appello a Draghi

18-01-2022 | News

Per il comparto agroalimentare si prospetta un vero e proprio...

Il biossido di titanio (E171) eliminato dagli elenchi degli additivi alimentari autorizzati

18-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 18 gennaio 2022 del regolamento...

Confindustria: come attenuare l’effetto-rincari delle commodity

17-01-2022 | News

L'aumento dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, iniziato...

Vine Master Pruners, in arrivo nuovi corsi di potatura della vite

17-01-2022 | Trend

In arrivo i nuovi corsi Vine Pruner Advanced promossi dall'Academy...

A Dubai piramide di coppe da champagne da Guinness dei primati

17-01-2022 | Arte del bere

Con un'altezza di 8,23 metri, una piramide realizzata da 54.740...

Doc Sicilia, dal 1° gennaio il sigillo di Stato sulle bottiglie

17-01-2022 | Normative

Dal 1° gennaio 2022 arriva sulle etichette dei vini Doc...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.