Dall'estero

Il 5 aprile 2021 circa cinquanta membri del Congresso degli Stati Uniti avrebbero sollecitato la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai a chiedere la rimozione delle tariffe del 25% sul whisky americano imposte nel 2018 dall'Unione europea e dalla Gran Bretagna in risposta  ai dazi statunitensi su acciaio e alluminio.

Da allora le esportazioni di whisky americano nell'Unione europea sono diminuite del 37% e nel Regno Unito del 53% e le tariffe dovrebbero raddoppiare al 50% il 1 ° giugno 2021. Il 22 marzo 2021, la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti ha discusso di acciaio e sovraccapacità di alluminio con le sue controparti dell'UE e del Regno Unito, ma secondo quanto riferito, l'amministrazione Biden sta subendo forti pressioni da parte delle acciaierie statunitensi e dei loro sindacati per mantenere i dazi sulle importazioni di acciaio.

Arriva l'Atlante Interattivo dell’Amaro d’Italia, una guida sfogliabile online

11-06-2021 | Arte del bere

Nasce a Bologna l'Associazione Nazionale Amaro d'Italia, fondata a fine maggio...

Gran Bretagna: vendite record di gin off-trade

11-06-2021 | Estero

In attesa di festeggiare domani 12 giugno il World Gin...

Nel 2025 i primi vini del Colle Palatino a Roma

11-06-2021 | Arte del bere

Tra quattro anni si potrà brindare con il primo calice...

Abbazia di Novacella: sacre degustazioni

11-06-2021 | Itinerari

Camminare tra i vigneti dell’Abbazia, degustare i vini in abbinamento...

Vermouth di Torino verso la protezione internazionale dell’Accordo di Lisbona

10-06-2021 | Estero

Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 9 giugno 2021 è stata pubblicata...

Pinot grigio delle Venezie: arriva la versione rosé

10-06-2021 | Normative

E' stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana del 9 giugno...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.