News

Il 21 settembre 2022 è stato raggiunto il quinto anniversario dall'applicazione provvisoria del Comprehensive Economic and Trade Agreement (Ceta) tra l'Ue e il Canada. In seguito, la Commissione ha pubblicato una valutazione basata su evidenze del Ceta, analizzandone l'impatto economico, sociale e ambientale.

Il settore delle bevande alcoliche ha da sempre sostenuto il Ceta, sottolineandone i benefici derivanti dall'accordo, come l'aumento del valore delle esportazioni di vini e spiriti dell'Ue in Canada, cresciute del 15% dall'entrata in vigore del Ceta nel 2017.

Il Ceta ha anche fornito una piattaforma per risolvere eventuali attraverso il dialogo tra le autorità dell'Ue e del Canada, tuttavia permangono alcune criticità nei principali monopoli, in particolare in Ontario con Lcbo.

Alla scoperta dei vini e degli spiriti sulle colline del Monferrato

10-07-2024 | Itinerari

Il Monferrato, nel cuore del Piemonte, è una delle regioni...

I Colli Euganei riconosciuti come Riserva Mondiale della Biodiversità Unesco

09-07-2024 | Arte del bere

Dall'8 luglio i Colli Euganei sono ufficialmente una Riserva Mondiale...

Addio a Benito Nonino, l'uomo che ha trasformato la Grappa in un simbolo di eccellenza

08-07-2024 | News

Nella notte scorsa il mondo della distillazione e della cultura...

Led e Uhph, la tecnologia in campo per garantire la qualità dei vini

08-07-2024 | Studi e Ricerche

Il Centro Tecnologico del Vino (Vitec) ha completato due importanti...

I millennials americani sono la nuova frontiera dell'investimento in fine wines

08-07-2024 | Trend

Una recente indagine di Bank of America Private Bank ha...

Il Brasile verso una nuova tassazione sulle bevande alcoliche

08-07-2024 | Estero

Le bevande alcoliche in Brasile saranno soggette a una nuova...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.