Dall'estero

I canadesi sempre più interessati al vino, secondo l'ultimo report del Canada Portraits 2018 di Wine Intelligence. L'interesse e l'impegno nella categoria del vino sono aumentati in tutti i gruppi di segmentazione dei consumatori di vino dall'ultimo studio condotto da Wine Intelligence nel 2015, incluso un maggiore interesse per il vino canadese nazionale.

Il report del Canada Portraits 2018 esplora i sei gruppi di segmentazione dei consumatori in base al loro comportamento nei confronti del vino. Le sei segmentazioni rilevate in Canada sono Engaged Explorers, Enthusiastic Treaters, Mainstream Matures, Social Newbies e Contented Casuals. Di questi sei gruppi, quattro segmenti hanno aumentato il loro coinvolgimento nella categoria dal 2015.

Engaged Explorers rappresenta i più coinvolti nella categoria del vino, i quali dal 2015 hanno ulteriormente aumentato la frequenza e la voglia di provare nuovi vini. Questo gruppo si è esteso a un profilo di età più diversificato, con quasi la metà di età compresa tra i 25 ei 44 anni. Rappresentano una quota del 9% della popolazione di bevitori regolari (aumentata del 7% dal 2015), una quota del 13% del volume totale di vino venduto in Canada e una quota del 15% della spesa totale per il vino nel paese.

Questo gruppo ha anche il maggior numero di consumatori che bevono vino ptodotto in Canada (74%). Questo dato è significativamente più alto di tutti gli altri (in media il 60% dichiara di aver bevuto vino canadese negli ultimi sei mesi). Questo accresciuto interesse per il vino canadese è in gran parte dovuto ad un aumento della percezione della qualità e alla sua ampia disponibilità nei negozi, insieme ad un aumento dell'enoturismo in tutto il paese. Inoltre, la British Columbia e l'Ontario hanno anche istituito il VQA (Vintners Quality Alliance), che è stato in grado di designare aree e denominazioni viticole al fine di garantire la qualità dei vini nazionali.

Il segmento con il secondo maggiore coinvolgimento nella categoria del vino, Enthusiastic Treaters, è un gruppo ampiamente più giovane. Questo gruppo sta mostrando un maggiore interesse per la categoria del vino ed è il segmento che beve con più frequenza, con 3 su 4 che bevono vino almeno 2-5 volte a settimana e spendendo leggermente meno dei loro predecessori.

Altri gruppi con un maggiore coinvolgimento nel mercato del vino canadese sono Mainstream Matures e Social Newbies. Mainstream Matures sono più vecchi, ben informati, benestanti, ma orientati al budget. I Social Newbies sono ora più coinvolti nella categoria rispetto ai loro predecessori, avvicinandosi all'acquisto di vino con un po' più di fiducia. Questi cambiamenti nelle segmentazioni dei consumatori coincidono con il mercato del vino canadese che cambia in modo significativo dal 2015. Ad esempio, le leggi sul commercio di alcol sono state liberalizzate in diverse province, specialmente in Ontario, dove un nuovo governo provinciale promette di accelerare la crescita dei negozi di alimentari autorizzati.

Il COO di Wine Intelligence, Richard Halstead, commenta: "Il maggiore coinvolgimento nel mercato del vino canadese attraverso così tanti segmenti, sia per il vino nazionale che per quello importato, è un'ottima notizia per la categoria. Liberalizzare la distribuzione può aver aiutato, ma possiamo anche vedere un aumento di fiducia da parte della generazione più giovane". 

Sondaggio tra wine lovers: l'Italia è The World’s Best Wine Country

18-07-2019 | Arte del bere

L’Italia sale sul podio dei paesi produttori di vino. Lo...

Oiv: la Cina primo produttore di uva anche nel 2018

17-07-2019 | Studi e Ricerche

La Cina, nonostante un calo dell'11% nel 2018, è il...

Premio Masi: ecco i vincitori dell'edizione 2019

16-07-2019 | News

Cinque interpreti di una forte identità culturale e delle virtù...

Il deputato popolare tedesco Norbert Lins è il nuovo presidente di Comagri

16-07-2019 | News

I deputati della commissione per l'agricoltura del Parlamento europeo (Comagri)...

Accordo di libero scambio tra Ue e Giappone: presto una procedura semplificata per vino e spiriti

15-07-2019 | Normative

L’Accordo di libero scambio tra l’Unione europea ed il Giappone...

Onav e Università di Torino: arriva la prima Scuola Universitaria per Maestri Assaggiatori di Vino

15-07-2019 | News

Ci sono voluti anni di lavoro e confronto di alcune...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection