Dall'estero

Cinque aziende cinesi produttrici di bevande alcoliche sono entrate a far parte della lista Top 500 di Fortune China quest'anno, tre delle quali sono distillerie di baijiu e le altre due producono birra.

A guidare il gruppo è Kweichow Moutai, la distilleria più ricca del mondo. La compagnia di baijiu con sede a Guizhou è arrivata al 130° posto, in rialzo di 36 posizioni rispetto allo scorso anno con un fatturato totale di oltre 61 miliardi di yuan renminbi, pari a 9,1 miliardi di dollari. Segue la distilleria Wuliangye, con sede nello Sichuan, che è salita di otto posizioni rispetto alla classifica dello scorso anno al numero 247, con un fatturato totale di 30,18 miliardi di RMB (ovvero 4,5 miliardi di dollari).

China Resources Beer, invece, è la più grande azienda di birra cinese ed è entrata nella lista al numero 252. Le sue entrate totali ammontano a 29,7 miliardi di RMB (4,4 miliardi di dollari). Recentemente, la società è stata coinvolta nelle trattative per acquistare il business cinese di Heineken al fine di accrescere il proprio business di birra premium.

Tsingtao Beer è il secondo produttore di birra della lista. Le entrate totali dell'azienda ammontavano a 26,2 miliardi di RMB (3,9 miliardi di dollari), ma la sua classifica generale è scesa dal 245° posto dello scorso anno al 279° di quest'anno. Jiangsu Yanghe, una distilleria di baijiu con sede nella provincia orientale del Jiangsu, è arrivata al numero 377, lasciando cadere 19 posizioni. All'inizio di quest'anno l'azienda ha acquistato il 12,5% della partecipazione in Cile di Viña San Pedro, per 66 milioni di dollari, facendo il suo ingresso nel mondo del vino.

Quest'anno tutte le società presenti nella lista hanno un reddito minimo di 13,86 miliardi di RMB (2 miliardi di dollari). Complessivamente le 500 società presenti nella lista hanno generato oltre 5,9 trilioni di dollari di entrate, con un aumento del 18,2%.

Dazi Usa: da ottobre il fatturato dei liquori è calato del 35%

16-02-2020 | News

Per noi italiani ‘Carosello’ significa una televisione in bianco e...

Dazi Usa, nessuna novità per l'Italia: ancora colpiti i liquori, salvi i vini

15-02-2020 | News

L’Italia passa senza novità la revisione della lista dei prodotti...

Una Sternìa d'amore e....di vino

14-02-2020 | Itinerari

Nel centro storico di Canelli si snoda la Sternìa/Via degli Innamorati, un...

Agricoltura: assegnate le deleghe al sottosegretario L'Abbate

13-02-2020 | News

La Ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, scioglie le riserve...

Fosfiti: la ricerca del Crea per vino e ortofrutta bio

13-02-2020 | Studi e Ricerche

I consumatori che scelgono il bio, si aspettano un prodotto...

Effetto Green Deal: l'Europa vieta i fitosanitari che mettono a rischio gli impollinatori

12-02-2020 | News

Primi effetti del nuovo Green deal europeo. A beneficiarne saranno...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection