Dall'estero

Dal 2015 i produttori di vino del British Columbia hanno la possibilità di vendere anche nei negozi privati al dettaglio. Ciò consente non solo la possibilità di accedere ad ulteriori canali commerciali, ma anche di evitare di essere soggetti al mark up applicato dal monopolio.

E’ stata avviata una disputa, a livello di WTO, che ha portato il Governo del British Columbia, lo scorso 8 luglio,  ad emanare una direttiva con la quale si autorizza la vendita anche dei vini importati nei negozi privati al dettaglio, eliminando così una pratica commerciale considerata discriminatoria.

Mipaaf: aggiornamenti sul Registro telematico del vino

23-09-2020 | Normative

È stato pubblicato l'aggiornamento della versione 4.9 della documentazione relativa...

Cantina Italia, 36,6 milioni di ettolitri di vino in giacenza all'16 settembre 2020

23-09-2020 | Studi e Ricerche

Alla data del 16 settembre 2020 negli stabilimenti enologici italiani...

Ecco i 50 cocktail classici più bevuti al mondo

23-09-2020 | Arte del bere

Negli ultimi anni l’arte della mixology ha avuto un’evoluzione vivacissima...

Abu Dhabi allenta le restrizioni all'acquisto di alcolici

22-09-2020 | Trend

Abu Dhabi allenta le restrizioni al consumo di alcol. I...

Indonesia, continua il blocco delle importazioni di spiriti e vini Ue

22-09-2020 | Estero

I vini e le bevande spiritose dell’Unione europea continuano ad...

Londra: scatta il "coprifuoco" alle 22 per bar e ristoranti

22-09-2020 | Estero

Da giovedì  i pub e i ristoranti in Gran Bretagna...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.