Dall'estero

Sebbene la categoria del whisky sia diminuita in valore e in volume lo scorso anno nel Regno Unito, tuttavia l'aumento delle distillerie e il numero crescente di consumatori che intendono passare a prodotti più costosi e di qualità superiore porteranno a una forte crescita fino al 2022. Il single malt scozzese, così come il whisky americano e irlandese, dovrebbero essere i principali motori della crescita, secondo un nuovo rapporto pubblicato da Edrington-Beam Suntory, la joint venture per la vendita, il marketing e la distribuzione di società di alcolici di fama internazionale, lo scorso mercoledì.

L'annuario sul Whisky afferma che la categoria Scotch single malt crescerà in valore da 394 milioni nel 2018 a 439 milioni di sterline (pari a oltre 493 milioni di euro) nel 2022, mentre i whisky americani cresceranno da 688 milioni a 742 milioni di sterline (pari a 834 milioni di euro) nello stesso periodo. "Scotch single malt e whisky americani guideranno la futura crescita, continuando ad attirare nuovi consumatori nella categoria whisky e facendo appello ai clienti esistenti con nuove espressioni", ha dichiarato Mark Riley, amministratore delegato di Edrington-Beam Suntory UK.

Le previsioni delle vendite di whiskey irlandese aumenteranno di oltre il 21% per un valore di circa 163,9 milioni di sterline (184,2 milioni di euro) in tre anni.

Le vendite di whiskey in tutta la categoria sono diminuite dell'1,4% tra il 2017 e il 2018, con un valore totale che ha raggiunto 2,33 miliardi di sterline l'anno scorso. I volumi, nel frattempo, sono diminuiti del 3,1%. Tuttavia, il rapporto afferma che questo calo è il risultato di "importanti cambiamenti strutturali nel mercato".

"Le miscele di scotch sono state in declino per un lungo periodo", ha detto Riley, citando una combinazione di chiusure nel commercio e tagli dei dettaglianti che hanno concentrato la loro attenzione sulle gamme core e premium. "Questo è stato suggerito - e ora viene aggravato - da una base di consumatori in declino".

Il rapporto prevede che le vendite di whisky quest'anno "torneranno ai 2,35 miliardi di sterline che abbiamo visto nel 2017", pari all'1,9% di crescita anno su anno in "una delle categorie di alcolici più affermati e maturi, e riflette il dinamismo del settore".

 

Premio Khail all'Istituto Grandi Marchi come ambasciatore del made in Italy enoico

22-07-2019 | Arte del bere

Piero Mastroberardino, presidente del Gruppo vini di Federvini, ha ritirato in qualità...

Tra i vigneti del castello della Regina Margherita

19-07-2019 | Itinerari

A Gressoney-Saint-Jean, ai piedi del Monte Rosa, si rivive la storia...

Oiv: crescono i volumi della produzione mondiale di vino (+17% nel 2018)

18-07-2019 | News

La produzione mondiale di vino nel 2018 ha raggiunto uno...

Crea: una banca dati per contrastare il mal dell'esca

18-07-2019 | Studi e Ricerche

Una banca dati unica nel suo genere, il controllo biologico...

Sondaggio tra wine lovers: l'Italia è The World’s Best Wine Country

18-07-2019 | Arte del bere

L’Italia sale sul podio dei paesi produttori di vino. Lo...

Oiv: la Cina primo produttore di uva anche nel 2018

17-07-2019 | Studi e Ricerche

La Cina, nonostante un calo dell'11% nel 2018, è il...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection