Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Negroni ûber alles… Ancora una volta il celebre aperitivo è in cima alla classifica annuale del sito Drinks international stilata interpellando i migliori baristi del mondo. L'ultima edizione del Cocktail Report vede dunque il Negroni al vertice. Ecco i primi cinque in lista.

1. Negroni. Di per sé una rivisitazione di un classico, questo cocktail - primo in classifica per il terzo anno di seguito - si è dimostrato particolarmente adattabile nel corso degli anni, con i barman che hanno sostituito tutti i tre ingredienti di base per creare nuovi drink. Tra i più rivoluzionari c'è il Negroni Bianco in tutte le sue forme, ma si può trovare una serie quasi infinita di Negroni alla Tequila, Negroni al Mezcal, Negroni al Rum e così via. Una variante degna di nota, creata negli anni '70 e resa ancora più popolare da TikTok in tempi recenti, è quella simile allo Spritz, diventata nota come Negroni Sbagliato.

2. Old Fashioned. Verso la fine del 1800 l'arte del cocktail stava diventando troppo sofisticata per i gusti di alcune persone. Agli ingredienti tradizionali, ovvero spirito, zucchero, acqua e amari, si cominciava sempre più spesso ad aggiungere elementi sofisticati come l’assenzio o liquori come il maraschino. Come per protesta, i consumatori più “conservatori” chiesero che i loro drink fossero preparati alla vecchia maniera, e questa pratica è continuata. 

3. Espresso Martini. Un classico ingannevolmente semplice che è diventato anche un ottimo modello per innumerevoli variazioni. Il recente aumento della sua popolarità è anche responsabile, almeno in parte, dell'attuale vivace categoria dei liquori al caffè, che ha probabilmente portato a migliori versioni moderne del classico.

4.Margarita. È un classico molto semplice, proprio come il drink pre-proibizionista che probabilmente lo ha ispirato, il Daisy, una combinazione di alcolici, succo di lime e liquore all'arancia o granatina. La versione a base di tequila è diventata nota con la parola spagnola per margherita, Margarita, che a sua volta è diventata sinonimo di sole e divertimento in tutto il mondo.

5. Daiquiri. Sebbene le teorie abbondino, facendo risalire il Daiquiri almeno alla fine del 1800, poco si sa della vera origine. Il risultato è una combinazione apparentemente semplice di rum, lime e zucchero. Non c'è da stupirsi che le varianti migliori, come l'Hemingway Daiquiri, siano diventate esse stesse dei classici. 

Foto freepik

Alla scoperta dei sapori di Trapani: un viaggio enogastronomico dal mare alla valle del Belice

13-06-2024 | Itinerari

Un viaggio enogastronomico nella provincia di Trapani è un'esperienza che...

Masaf: deroga al 3% per la ristrutturazione dei vigneti nelle aree colpite da peronospora

13-06-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Vent’anni di export: la corsa di vino e spirits sui mercati internazionali

12-06-2024 | News

Negli ultimi anni, il panorama mondiale dell'export di vino e...

In dono ai Capi di Stato del G7 l’Atlante del patrimonio agroalimentare italiano

12-06-2024 | News

In occasione del prossimo G7, il governo italiano ha deciso...

Usa, indagine sulle sovvenzioni cinesi ai produttori di bottiglie

12-06-2024 | Estero

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha stabilito in...

No Binge: premiato il progetto dell’Università di Verona

11-06-2024 | News

Ancora un successo per “No Binge – Comunicare il consumo responsabile”, il...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.