Il Comité Vins riporta che l'Australia ha ampliato la protezione sulle indicazioni geografiche vinicole della Ue. L'Unione europea e l'Australia avevano firmato un accordo sul mercato del vino nel 1994: questo costituisce il quadro giuridico per il commercio di vini tra le due parti. Un nuovo accordo (firmato nel 2009) era volto a salvaguardare il regime di etichettatura del vino dell'Unione europea e a dare piena protezione alle indicazioni geografiche dell'UE, anche per i vini destinati all'esportazione verso i paesi terzi. 

Nel 2017 l'Unione europea ha chiesto la determinazione di ulteriori 906 indicazioni geografiche del vino (IG):qui l’elenco completo. L'Australia ha confermato che l'elenco completo sarà registrato tranne un marchio italiano - Prosecco - per il quale è stata ricevuta un’opposizione. I negoziati con le autorità italiane sono in corso.

 

Il Monferrato Doc Nebbiolo diventa realtà

22-09-2018 | News

Il Comitato Vitivinicolo Nazionale ha approvato ieri mattina il testo...

Il Comitato Vini approva l’imbottigliamento in zona per il Soave

21-09-2018 | News

Approvata ieri l’importante modifica del disciplinare di produzione che vede...

Tra Inghilterra e Galles nasce la via del whisky

21-09-2018 | Itinerari

Tra Inghilterra e Galles si snoda la nuova Strada del...

Russia: in arrivo nuove restrizioni sulle importazioni di vino

20-09-2018 | News

Il Ministero russo dell’Agricoltura sta lavorando ad una bozza di...

Destinata a crescere l'Italia dei vini. Parola di Sopexa

20-09-2018 | Studi e Ricerche

Quali i trend da oggi al 2020 nel mondo? Sopexa presenta...

La riscoperta del rum nel mondo? Il merito (a sorpresa) è dell'Italia

19-09-2018 | News

Il mercato globale degli alcolici aumenterà nei prossimi 5 anni...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori, Esportatori ed Importatori di Vini, Vini Spumanti, Aperitivi, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed Affini

Please publish modules in offcanvas position.