Normative

Gli aggiornamenti di leggi e decreti che riguardano il mondo dei vini, degli spiriti e degli aceti

Novità sul fronte dei controlli e della regolamentazione del settore alimentare in Cina. Secondo quanto comunica l'Ambasciata italiana a Pechino, l'Assemblea Nazionale del Popolo ha approvato un vasto riordino delle funzioni delle Autorità responsabili per la supervisione di questo comparto. A partire dal 21 marzo scorso è stata creata la nuova Amministrazione di Stato per la Regolamentazione del Mercato (NMSA), che cumula le competenze dell'Amministrazione per il Controllo della Qualità,, la Sicurezza e la Quarantena (AQSIQ), della China Food and Drug Administration (CFDA) e dell'Amministrazione di Stato per l'Industria e il Mercato (SAIC). Si tratta quindi di un super-organismo le cui amplissime competenze spaziano dalla supervisione del mercato alla sicurezza alimentare, dall'ispezione, certificazione e accreditamento dei prodotti agli standard e le politiche anti-monopolio.

Esce di scena l'AQSIQ

Cala quindi il sipario su AQSIQ, la potentissima Amministrazione creata nel 2001 con il compito di fissare e verificare i requisiti tecnici per ogni prodotto importato o esportato in Cina. Concepita come una sorta di "guardiano del cancello", AQSIQ aveva progressivamente acquisito il controllo di tutti i negoziati internazionali in materia di accesso al mercato, barriere non tariffarie e requisiti fitosanitari. I suoi Dipartimenti principali vengono trasferiti alle neonata Amministrazione di Stato per la Regolamentazione del Mercato (NMSA), mentre gli uffici periferici (i Centri di Ispezione e Quarantena) sono assorbiti dall'Amministrazione delle Dogane.

Analogo destino ha colpito la China Food and Drug Administration, le cui competenze in materia di sicurezza alimentare passano alla NMSA. CFDA, che gia' nel 2013 aveva subito una profonda riorganizzazione nel tentativo di renderla piu' efficiente, non e' evidentemente stata capace di ottenere risultati concreti in un settore, come quello dalla sicurezza del cibo, cui queste Autorita' attribuiscono importanza prioritaria, tenuto conto delle forti sensibilita' dell'opinione pubblica cinese.

SAIC invece, pur dissolta, emerge come il "vincitore" di questa radicale riorganizzazione, come confermato dalla circostanza che tra i quadri della NMSA quasi tutti provengono dalle sue fila.

Ukraina: aumenta l'unità minima di prezzo per le bevande alcoliche

17-06-2019 | Estero

Il governo ucraino intende introdurre un incremento dell’unità minima di...

Tornano gli eventi e i corsi di ICE-Agenzia “I love ITAlian wines” per la promozione del vino italiano in Cina

14-06-2019 | News

Ritorna a Pechino la 19a edizione del corso “ITAlian Wine & Spirit” che...

Investimenti nella filiera agroalimentare: domande a Ismea per 338 milioni di euro

14-06-2019 | News

Ismea ha pubblicato i risultati del bando per il sostegno agli...

Istat o Dogane? Così va letta la "Babele" di dati sull'export di vino italiano

14-06-2019 | News

“Bene il vino italiano in Cina nel primo trimestre di...

Micaela Pallini: il mondo scopre i cocktail italiani

14-06-2019 | News

Grazie al traino della riscoperta dei cocktail italiani, l'Italia cresce...

Cina: cala l'import di vino (-8%) ma il mercato si apre a più tipologie e sale la qualità

14-06-2019 | News

Lo scorso anno è stato particolarmente difficile per il mercato...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection