Normative

Gli aggiornamenti di leggi e decreti che riguardano il mondo dei vini, degli spiriti e degli aceti

Novità sul fronte dei controlli e della regolamentazione del settore alimentare in Cina. Secondo quanto comunica l'Ambasciata italiana a Pechino, l'Assemblea Nazionale del Popolo ha approvato un vasto riordino delle funzioni delle Autorità responsabili per la supervisione di questo comparto. A partire dal 21 marzo scorso è stata creata la nuova Amministrazione di Stato per la Regolamentazione del Mercato (NMSA), che cumula le competenze dell'Amministrazione per il Controllo della Qualità,, la Sicurezza e la Quarantena (AQSIQ), della China Food and Drug Administration (CFDA) e dell'Amministrazione di Stato per l'Industria e il Mercato (SAIC). Si tratta quindi di un super-organismo le cui amplissime competenze spaziano dalla supervisione del mercato alla sicurezza alimentare, dall'ispezione, certificazione e accreditamento dei prodotti agli standard e le politiche anti-monopolio.

Esce di scena l'AQSIQ

Cala quindi il sipario su AQSIQ, la potentissima Amministrazione creata nel 2001 con il compito di fissare e verificare i requisiti tecnici per ogni prodotto importato o esportato in Cina. Concepita come una sorta di "guardiano del cancello", AQSIQ aveva progressivamente acquisito il controllo di tutti i negoziati internazionali in materia di accesso al mercato, barriere non tariffarie e requisiti fitosanitari. I suoi Dipartimenti principali vengono trasferiti alle neonata Amministrazione di Stato per la Regolamentazione del Mercato (NMSA), mentre gli uffici periferici (i Centri di Ispezione e Quarantena) sono assorbiti dall'Amministrazione delle Dogane.

Analogo destino ha colpito la China Food and Drug Administration, le cui competenze in materia di sicurezza alimentare passano alla NMSA. CFDA, che gia' nel 2013 aveva subito una profonda riorganizzazione nel tentativo di renderla piu' efficiente, non e' evidentemente stata capace di ottenere risultati concreti in un settore, come quello dalla sicurezza del cibo, cui queste Autorita' attribuiscono importanza prioritaria, tenuto conto delle forti sensibilita' dell'opinione pubblica cinese.

SAIC invece, pur dissolta, emerge come il "vincitore" di questa radicale riorganizzazione, come confermato dalla circostanza che tra i quadri della NMSA quasi tutti provengono dalle sue fila.

Disgelo tra Cina e Australia, saltano i super dazi sul vino?

30-01-2023 | News

Secondo un rapporto di Bloomberg riportato dal sito vino-joy.com le...

Barbera d'Asti e Vini del Monferrato: progetto genetico per affrontare le sfide del clima

26-01-2023 | Arte del bere

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato è da...

Assovini, riflettori su Messina e le sue Doc

26-01-2023 | Itinerari

Due mari, il Tirreno e lo Ionio, tre Doc, Faro...

Agroalimentare, in crescita Pil, investimenti e consumi

25-01-2023 | Studi e Ricerche

Cresce ancora la performance economica anche nel III trimestre 2022...

Forte crescita per il whisky indiano, aumenta la quota dei single malt

25-01-2023 | Estero

Secondo l'analisi del mercato delle bevande dell'IWSR, il whisky indiano...

In Giappone l’AI trova l’abbinamento perfetto tra sushi e sake

25-01-2023 | Trend

Uno storico produttore di sake a Fukushima, in Giappone, ha...

© 2023 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.