News

 

Tutela nostre indicazioni d'origine su web decisiva per settore

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - "Il Governo italiano e' determinato ad assumere un'iniziativa forte sull'annosa questione dei domini ".vin" e ".wine" durante il Semestre di Presidenza italiana dell'Unione europea. Siamo coordinati con il Ministro Guidi e il Sottosegretario Giacomelli per accelerare sulle azioni di contrasto alla vendita di domini che sfruttino il Made in Italy agroalimentare in maniera assolutamente impropria". Cosi' il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, sulla vicenda della vendita dei domini ".vin" e ".wine" da parte dell'Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), l'Ente statunitense che gestisce l'assegnazione dei domini web.

 

Tutela nostre indicazioni d'origine su web decisiva per settore

  (ANSA) - ROMA, 25 GIU - "Il Governo italiano e' determinato ad assumere un'iniziativa forte sull'annosa questione dei domini ".vin" e ".wine" durante il Semestre di Presidenza italiana dell'Unione europea. Siamo coordinati con il Ministro Guidi e il Sottosegretario Giacomelli per accelerare sulle azioni di contrasto alla vendita di domini che sfruttino il Made in Italy agroalimentare in maniera assolutamente impropria". Cosi' il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, sulla vicenda della vendita dei domini ".vin" e ".wine" da parte dell'Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), l'Ente statunitense che gestisce l'assegnazione dei domini web.

"Dobbiamo fare squadra - prosegue Martina - con gli altri Stati membri e proteggere comunemente e con decisione il nostro patrimonio di denominazioni, che e' in serio pericolo per la politica di un ente privato come l'ICANN. Lotteremo fino in fondo per la tutela delle nostre indicazioni d'origine su internet, perche' la partita del web e' decisiva per il futuro dell'agroalimentare italiano ed europeo. Non e' ammissibile - conclude il ministro - che le nostre denominazioni possano essere vendute come termini generici a chi non rappresenta il territorio, il tessuto produttivo e l'anima di chi vive e opera in questi luoghi. Non rinunceremo a dare battaglia in tutte le sedi possibili, perche' qui c'e' in gioco non solo l'interesse dei produttori di vino, ma quello dell'Italia e dell'Europa al rispetto delle proprie leggi". (ANSA)   

 

Marilisa Allegrini nominata Cavaliere del Lavoro

01-06-2020 | Arte del bere

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha nominato 25 nuovi...

Nasce Crowdwine, piattaforma di raccolta fondi a supporto delle aziende vitivinicole italiane

31-05-2020 | News

CrowdWine è la prima piattaforma di crowdfunding dedicata al mondo del...

Ceev scrive al Parlamento europeo: servono misure urgenti per il vino

31-05-2020 | News

Con una lettera al Commissario Wojciechowski e ai deputati del...

Si torna a mangiare fuori, il 77% degli utenti andrà al ristorante entro il 22 giugno

31-05-2020 | Studi e Ricerche

A pochi giorni dalla riapertura dei ristoranti TheFork, principale applicazione...

Valpolicella, tra i filari dell’Amarone spuntano i mosaici della villa romana

29-05-2020 | Itinerari

Nel Veronese, è emersa la pavimentazione di una dimora che gli...

Cantine e vigne: l'identikit dell'enoturista e le "ricette" post-Covid

29-05-2020 | Arte del bere

Dopo un buon 2019 che in Italia ha visto salire...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection