News

Il sole 24 ore 03 - 05 - 2014 Giorgio dell'Orefice

Campanello d'allarme per l'export di vino italiano. Le vendite all'estero di bottiglie made in Italy hanno fatto registrare una preoccupante battuta d'arresto negli Stati Uniti, ovvero sul primo mercato di sbocco per l'Italia. Secondo i dati della Iwfi (Italian wine and food institute) nel primo bimestre dell'anno le spedizioni di etichette made in Italy hanno riportato un calo del 13,1% in quantità e del 2,8% in valore. Considerato che lo scorso anno le vendite italiane negli Usa avevano chiuso con una tenuta in quantità (+0,9%) ma con un significativo progresso in valore (+7,1%) i dati dei primi due mesi del 2014 tratteggiano invece una rischiosa inversione di tendenza.

<<A gennaio e febbraio - spiegano all' Iwfi - le esportazioni italiane sono ammonatate a 334.300 ettolitri per un valore di 180,8 milioni di dollari contro i 378.090 ettolitri e 185,9 milioni del primo bimestre 2013. Questa contrazione ha fatto predere all' Italia il primo posto nella classifica tra principali paesi fornitori, in volume, del mercato Americano a favore dell' Australia. In valore, invece, la leadership resta ancora alle aziende italiane che staccano di alcune lunghezze quelle francesi e australiane. Tuttavia dai dati emerge un significativo trend di recupero dell' Australia.>>

Da sottolineare infine, che il mercato Usa riguarda appena cinque fornitori: infatti Italia, Australia, Cile, Argentina e Francia detengono una quota di mercato pari all'85,6% in quantità e al 79,7% in valore.

 

 

Coronavirus: sospesi fino al 31 marzo gli adempimenti tributari nelle zone "rosse"

25-02-2020 | News

 In seguito alla diffusione del Coronavirus e alla interruzione di...

Dazi Usa: tre strategie per gli spiriti italiani

23-02-2020 | News

Il 14 febbraio l’amministrazione Usa ha confermato i dazi del...

Arriva il cocktail ispirato al film di Aldo, Giovanni e Giacomo

22-02-2020 | Arte del bere

«I miei comici preferiti chiamano il loro anziano regista per...

Il monopolio svedese Systembolaget chiede un'ammenda di 3 milioni di corone alla app Vivino

22-02-2020 | News

Il monopolio svedese dell'alcool, Systembolaget, ha comminato alla società di...

Onav si apre alle etichette non convenzionali: verso un corso sui vini "anarchici"

21-02-2020 | Trend

Una definizione forte per una tematica di grande attualità, la...

Monopolio del Quebec troppo rigido sui prezzi: Comitè Vins e Spirits Europe chiedono più flessibilità

21-02-2020 | Estero

Il monopolio della provincia canadese del Quebec, SAQ, sta imponendo...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection