News

Lo rivela una ricerca Ispo, svolta per conto di Federvink in Italia si afferma lo stile mediterraneo. Moderazione, qualità e abbinamento di ciò che si beve con del buon cibo: un modello che si contrappone a quello del nord Europa, dove predomina l'amore per l'ebbrezza da alcool. Al primoposto per la tendenza ad eccedere negli alcolici, Germania (29%) e UK (21%), seguite da Francia (16%) e Malta (13%).

Giovani Italiani E Alcool   Responsabili sì, ma con il crescere dell'età
Lo rivela una ricerca Ispo, svolta per conto di Federvink in Italia si afferma lo stile mediterraneo. Moderazione, qualità e abbinamento di ciò che si beve con del buon cibo: un modello che si contrappone a quello del nord Europa, dove predomina l'amore per l'ebbrezza da alcool. Al primo posto per la tendenza ad eccedere negli alcolici, Germania (29%) e UK (21%), seguite da Francia (16%) e Malta (13%). Per divertimento, voglia di lasciarsi andare, per scommessa o per dimenticare: ecco i motivi per cui i giovani del nord Europa si danno al "binge drinking", continuando, nella maggioranza dei casi, fino ai 40 anni. Mentre per l'Italia la percentuale è nettamente minoritaria: solo il 6% delta popolazione esagera nel bere e il picco si raggiunge tra i 16 e i 24 anni. Una fascia di età in cui si vive più sregolati, osa che sembra stabilizzarsi già a partire dai 25, quando si inizia a dilazionare il consumo di bevande nel corso della settimana, senza concentrano più in una sera, e ad abbracciare con costanza lo stile del bere mediterraneo. Buon cibo con buon vino, quindi. Senza strafare. I giovani italiani risultano responsabili, ma solo se aspettano qualche anno in più: con il crescere dell'età, riducono il consumo alcolico e lo conciliano con una sana alimentazione. Questione di testa? Probabilmente si, ma non va sottovalutata, sulla cultura dell'alcolico, l'influenza dei modelli cornportamentali, dell'informazione corretta e dello stile di vita assunto dalla famiglia, o dal contesto di riferimento.

CAMPUS.IT

Nel Lancashire anche la Chiesa produce il proprio Gin (a fin di bene)

20-11-2018 | Arte del bere

Il Ginnaissance (il Rinascimento del Gin) ha un nuovo -...

Borgogna: asta record di Christie's per l'Hospices de Beaune

19-11-2018 | Estero

Un nuovo record per l’annuale asta curata da Christie’s in...

In aumento le superfici agricole in affitto. Stabili i canoni

19-11-2018 | Studi e Ricerche

In base alla recente diffusione da parte dell’ISTAT dei primi risultati...

Import Usa di prodotti agrifood italiani: secondo Nomisma +6,5% nei prossimi cinque anni

19-11-2018 | News

“Secondo le stime Nomisma, le importazioni statunitensi di prodotti agrifood...

Le dichiarazioni di vendemmia slittano al 15 dicembre

19-11-2018 | Normative

Con il decreto qui allegato, il Ministero delle politiche agricole...

Cordoglio della federazione per la scomparsa di Luigi Rossi di Montelera

17-11-2018 | News

Federvini esprime il suo sentito cordoglio per la scomparsa di...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

Iscriviti alla newsletter di Federvini!

Riceverai una mail per confermare la tua iscrizione.