News

Dazi Usa: venerdì 14 febbraio, l’USTR ha pubblicato la “Notice of Modification” con la revisione dei prodotti soggetti a dazi aggiuntivi, secondo la procedura del carosello.

Gli Stati Uniti hanno incrementato dal 10 al 15% i dazi applicati al settore aerospaziale, effettivi dal 18 marzo 2020, mentre ha lasciato invariati al 25% il livello di dazi al settore agroalimentare, in essere dal 18 ottobre 2019, che pertanto continuano ad essere in vigore.

All’Allegato 2- Section 2- Part 14 è dunque confermata la voce doganale 2208.70.00 “liqueurs and cordials” per l’Italia, la Germania, l’Irlanda, la Spagna, il Regno Unito. E’ confermata anche per il Regno Unito la voce doganale 2208.30.30 “Single- malt Irish and Scotch Whiskies”.

Confermati anche i dazi sui vini francesi, spagnoli, tedeschi e inglesi, sul settore lattiero caseario e su alcune tipologie di salumi.

La lista e la percentuale dei dazi potranno subire ulteriori periodiche revisioni: dopo il primo intervallo di 120 giorni ovvero il 14 febbraio 2020, successivamente ogni 180 giorni – dunque presumibilmente dalla metà di agosto 2020 - l’USTR può proporre di modificare il tipo di prodotto e/o la percentuale del dazio.

Ricordiamo che, tra maggio e giugno 2020, è attesa la pronuncia dell’organo Dispute Settlement Body del WTO sull’analogo caso Boeing, dopo la quale l’Unione europea potrà decidere di applicare dazi compensativi sui prodotti di origine USA.

Accordo di libero scambio Ue-Nuova Zelanda

05-07-2022 | Estero

Quattro anni dopo l'inizio delle trattative, Il 30 giugno scorso...

Più estero nella edizione di ottobre della Milano Wine Week

05-07-2022 | Arte del bere

La Milano Wine Week annuncia le date della nuova edizione...

International Wine Tour per conoscere le strategie di accoglienza delle aziende vitivinicole straniere

05-07-2022 | Trend

Negli ultimi due anni, grazie all’Italian Wine Tour, l’iconico camper...

Il Consorzio Vini d'Abruzzo primo a ottenere la certificazione di sostenibilità integrata "SI rating"

05-07-2022 | Arte del bere

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo - che raggruppa oltre 200 produttori...

L’Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche

05-07-2022 | Estero

L'Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche. La nuova legislazione...

L’84% delle aziende vinicole ha certificazione di sostenibilità (ma lo comunica poco)

05-07-2022 | Studi e Ricerche

 L'84% delle aziende italiane del vino presenta almeno una certificazione...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.