News

Mercoledì, 04 Dicembre 2019

Addio a Nicolò Luxardo

di Redazione

Addio a Nicolò Luxardo, scomparso a 92 anni nella sua casa di Padova, dove abitava con la moglie Anna Maria Angelini. L'industriale riuscì a ricostruire la fabbrica distrutta dai bombardamenti e a consolidare una dinastia, quella del maraschino, che non ha conosciuto sconfitte. La sua storia, come quella della famiglia, è legata alle vicende della Dalmazia, paese in cui nacque il famoso liquore, e del Veneto dove i Luxardo giunsero dopo il 1943, anno in cui gli alleati rasero al suolo la loro azienda di Zara, fondata nel 1821 dal capostipite Girolamo.

Quando gli jugoslavi occuparono Zara, i fratelli Nicolò e Pietro, eredi della distilleria che produceva il celebre liquore di ciliegie marasche che Gabriele D'Annunzio aveva battezzato "sangue morlacco" fornito alle Case Reali di mezza Europa, vennero eliminati e la loro azienda confiscata.  Il fratello più piccolo, Giorgio, riuscì però a fuggire in Veneto e sopravvivere e, unico superstite della quarta generazione, a rifondare l'attività di famiglia con un nuovo stabilimento a Torreglia di Padova, ancora oggi attivo, insieme al giovane nipote Nicolò, della quinta generazione. È stato lui ad aver raccontato l'odissea della sua famiglia in un libro "Dietro gli scogli di Zara", pubblicato due anni fa. Per lasciare alla sesta generazione anche il testimone della memoria, e non solo di una storia aziendale di successo che dura da quasi due secoli. 

Federvini esprime il proprio profondo cordoglio per la scomparsa di una figura così significativa nel mondo degli spitìriti italiani.

I funeali dell'imprenditore si terranno in forma privata.

CsC, la risalita del PIL italiano nel 2021 più forte delle attese (+6,1%)

17-10-2021 | News

Quale economia italiana all'uscita dalla crisi? È la domanda a...

Cantine, donne e lavoro. Micaela Pallini a Rai News

17-10-2021 | News

Chimica per formazione e imprenditrice per scelta, Micaela Pallini guida...

Ismea, export vino naviga verso i 7 mld di euro a fine anno

17-10-2021 | Studi e Ricerche

L’Italia del vino cavalca appieno la tumultuosa ripresa della domanda...

Asta benefica del Barolo en primeur: appuntamento il 30 ottobre

15-10-2021 | Arte del bere

Sul modello in voga in Francia già da tempo, ma...

L'Italia del vino sotto la lente: ricerca della Rome Business School

15-10-2021 | Studi e Ricerche

Conferma del primato mondiale nella produzione. "Ritorno alla vigna" da parte...

Vigneti di montagna in Valle Camonica

15-10-2021 | Itinerari

In Valle Camonica, nota in tutto il mondo per le sue straordinarie...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.