Dall'estero

Soprattutto in Cina gli acquisti online sono un efficacissimo termometro del mercato. JD.com, leader dell'e-commerce nazionale ha stilato una particolare classifica riguardo al vino, svelando quali siano le province più interessanti per le vendite. Durante il Double 11 shopping festival, il più grande festival dello shopping online del paese, molti consumatori colgono l'occasione per fare scorta delle loro bevande preferitei e, diversamente da quanto ci si poteva aspettare, è emerso che gli acquirenti più entusiasti del vino sono del Sichuan, la provincia sud-occidentale della Cina.

029CA275 E8C5 4F9D BBA9 B0EBFBA34B4E

Il Double 11 shopping festival, o Singles' Day, si tiene l'11 novembre di ogni anno sui siti web dei maggiori rivenditori cinesi. Il festival è considerato un barometro del sentimento dei consumatori e della crescita economica in Cina. Dal database di JD.com - secondo quanto riporta vino-joy.com - emerge che il Guangdong ha il più alto numero di acquirenti di bevande online, seguito da Pechino, Jiangsu, Shandong, Shanghai, Hebei, Henan, Zhejiang, Sichuan e Liaoning.

Le regioni con la più rapida crescita del numero di consumatori di bevande online sono Shaanxi, Jiangxi, Zhejiang, Anhui, Chongqing, Yunnan e Tianjin ecc. Ogni regione ha registrato un aumento anno su anno degli acquirenti superiore al 30%. Il vino ha il primato nella provincia del Sichuan, poiché è stato scelto da un consumatore su cinque. 

Anche la spesa pro capite è alta. I consumatori del Sichuan, guidati dalla fascia di età 46+, vantano una spesa media di oltre 1.000 RMB (156 USD) per le bevande alcoliche. I consumatori della vicina Chongqing sono per lo più post-95 e post-85 e spenderebbero in media oltre 500 RMB (78 USD) in bevande, secondo JD.com.

Wine Intelligence stima che siano circa 28 milioni (ossia il 6,5% della popolazione urbana di età compresa tra i 18 e i 54 anni) i cinesi che bevono vino almeno una volta al mese, e la metà di questi beve vino settimanalmente.

Per il baijiu, i primi cinque consumatori sono di Henan, Shandong, Hebei, Anhui e Jiangxi. Henan ha superato Shandong per diventare la più grande provincia consumatrice di baijiu con oltre il 60% di consumatori che lo favoriscono. Shanghai ha invece la percentuale più bassa di consumatori.

2880AC7B EA10 4AB4 B3F1 B5F547E2D660

Le giovani generazioni preferiscono bevande con un prezzo più accessibile e un livello di alcol più basso. Secondo i dati di JD.com, i giovani dai 20 ai 25 anni preferiscono i cocktail, considerati più leggeri degli alcolici lisci e più facili da gustare, e il rum. La popolarità dei cocktail può essere attribuita alla crescita della cultura del barman in Cina.

Baijiu e sake sono le prime scelte per i consumatori dai 36 ai 45 anni, e quelli dai 46 ai 55 anni preferiscono il vino da investimento.

 

Trieste: esperienze outdoor tra il mare e il Carso

26-11-2021 | Itinerari

Trieste è una città di mare, ma non solo. Alle...

Il Prosecco rosé più amato dagli inglesi? E’ quello di Kylie Minogue

25-11-2021 | Estero

C'è un Prosecco rosé che ha letteralmente "sbancato" nel Regno...

Craft-mania negli Usa: previsto un balzo per gli alcolici artigianali

25-11-2021 | Trend

Nel 2020 i liquori artigianali negli Stati Uniti hanno incrementato...

Il futuro digitale del vino italiano 2021: le cantine accelerano la transizione

23-11-2021 | Studi e Ricerche

Maggiore sostenibilità con il 28% delle cantine (7 su 25)...

Nuove Causali di Trasporto per l’MVV-e

23-11-2021 | Normative

Segnaliamo che il Ministero ha comunicato l’implementazione delle voci relative...

Vino e spiriti corrono ma resta l’incognita pandemia e pesa troppo l’aumento dei costi

23-11-2021 | News

Aumento dei consumi - dopo l'impennata off-trade durante i mesi...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.