Dall'estero

La corte britannica ha scelto anche vini inglesi per la cena di gala in occasione della visita del presidente americano Donald Trump. Una cena abbastanza frugale, con solo tre portate: halibut, agnello e dolce alle fragole. Cinque i vini serviti, due locali, due francesi e un Porto. I vini britannici arrivavano da Windsor e dall’Hampshire (Windsor Great Park 2014  e Hambledon Classic Cuvée Rosé). 

In tutto ai 170 ospiti l’altra sera sono stati serviti 1.020 calici. 

Non è la prima volta che a pranzi o cene di corte si servono etichette nazionali, del resto Camilla, la moglie del principe Carlo, è presidente dell’Associazione vini della Gran Bretagna.

L’industria del vino britannica - anche grazie ai cambiamenti climatici - è in costante ascesa, sia i fermi che gli spumanti. Oggi Inghilterra e Galles possono contare su più di 2.800 ettari vitati, di cui quasi 350 piantati lo scorso anno, con circa 160 case vinicole. Nel 2018 sono state prodotte 15,6 milioni di bottiglie (erano state poco meno di 6 milioni l’anno prima a causa del maltempo).

Pare che al banchetto reale i vini British siano stati molto apprezzati. Non da Trump, tuttavia, che è notoriamente astemio.

Terregiunte, il nuovo "vino d'Italia" sposa Nord e Sud enologici

23-08-2019 | Arte del bere

Il nome è evocativo: «Terregiunte-Vino d’Italia». E indica l'inedito abbraccio...

I gioielli nascosti della Garfagnana, da Barga a Castiglione, assaporando il Candia

23-08-2019 | Itinerari

Borghi medievali, corsi d’acqua spumeggianti, foreste selvagge, colline e picchi...

Addio a Lapo Mazzei, protagonista del Chianti Classico

22-08-2019 | News

All’età di 94 anni si è spento, nella sua tenuta...

L'assenzio di Pontarlier ottiene l'indicazione geografica

21-08-2019 | Arte del bere

L'assenzio di Pontarlier ha ottenuto l'etichetta di indicazione geografica per...

Complessità, acidità e tannini: in Uk la bevanda analcolica con 20 botaniche per accompagnare cibi gourmet

21-08-2019 | Trend

La britannica Nine Elms ha lanciato No.18, una bevanda senza alcool...

In Usa nasce Spirits United, piattaforma online per migliorare e promuovere l'industria delle bevande alcoliche

21-08-2019 | Estero

Il Distilled Spirits Council ha lanciato Spirits United, una piattaforma...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection