Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

In base a quanto riporta lo studio del 2023 di Iwsr Drinks Market Analysis' RTDs, nell'ultimo anno si sono dimezzate le previsioni di crescita nel settore, con un tasso composto di crescita annua del 2% tra il 2022 e il 2027. Un calo vertiginoso, considerato che lo scorso anno la previsione era del 24%, dal 2022 al 2026. 

Secondo gli analisti il rallentamento è dovuto al calo degli hard seltzer negli Stati Uniti ed escludendoli dall'analisi la crescita sale al 5%; il valore della categoria raggiungerà i 40 miliardi di dollari entro il 2027 in ben dieci mercati chiave. Lo studio riporta che che la crescita del settore sarà guidata dai cocktail Rtd e dai long drink di qualità superiore. Il report ha preso in esame i seguenti mercati: Australia, Brasile, Canada, Cina, Germania, Giappone, Messico, Sudafrica, Regno Unito e Stati Uniti, l'83% del consumo globale di Rtd con un valore totale di 33,9 miliardi di dollari nel 2022. 

Susie Goldspink, Head of Rtd insights di IWSR: "La crescita sta rallentando in una categoria globale di Rtd sempre più matura, ma le opportunità persistono nel settore dei cocktail/long drink e per i prodotti premium plus che danno priorità a spunti orientati al consumatore come la base Rtd, il grado alcolico e il sapore. La tendenza premium si sta muovendo in varie direzioni, dai format premium al cambiamento degli ingredienti e delle funzionalità aggiuntive, tutti aspetti che offrono un punto differenziazione ai consumatori. Sebbene il ritmo dell'innovazione sia rallentato, l'efficacia dei nuovi lanci è migliorata, poiché i produttori sono più strategici e mirati nel lancio dei prodotti". Nel mercato del futuro è prevista una crescita del Giappone, che in termini di volume rimarrà con gli Usa il mercato maggiore. Anche la Cina diventerà un mercato chiave (+6%). La ricerca svela che è aumentata la percentuale di persone che bevono Rtd più di una volta a settimana, e quasi un terzo dei consumatori di prodotti Rtd considera la gradazione alcolica per la scelta del prodotto. La vodka rimane in testa alla classifica della base di alcolici Rtd più popolari ma Iwsr ritiene che il calo di popolarità del gin potrebbe spingere la tequila in vetta. 

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

Le aspettative delle imprese nei primi due mesi dell’anno

29-02-2024 | News

Diffusi i risultati Della nuova Indagine rapida CSC sulle attività...

Chiara Soldati nuova presidente del Comitato Aspetti Sociali Alcol di Federvini

28-02-2024 | News

Chiara Soldati, figura di spicco nel settore vitivinicolo italiano, assume...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.