Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

È stata superata nel 2020 la soglia delle 500 milioni di bottiglie di Prosecco Doc certificate nell'arco di un anno. "Si tratta di un traguardo storico - commenta il presidente del Consorzio, Stefano Zanette - però non costituisce di certo un punto d'arrivo. Sono molte, infatti, le sfide che ancora ci attendono, a cominciare da quella che riguarda la segmentazione dell'offerta con una maggior caratterizzazione delle produzioni anche dal punto di vista organolettico sensoriale, senza dimenticare le azioni già avviate da tempo, tese a migliorare il percepito della denominazione, con riguardo in particolare alla sostenibilità ambientale e sociale dell'intero territorio della Doc Prosecco".

Nonostante notizie allarmistiche sull'andamento dei consumi dei vini spumanti, la Doc Prosecco è riuscita a chiudere l'anno con una crescita del 2,8% rispetto ai volumi certificati nel 2019, in valori assoluti un incremento di poco inferiore ai 14 milioni di bottiglie. La neonata tipologia rosé ha fatto in particolare registrare una produzione di 16,8 milioni di bottiglie, in linea con le previsioni.

Il valore medio delle vendite di Prosecco Doc a scaffale è in linea con le aspettative del consumatore italiano ed internazionale: la quota di prodotto venduta a prezzi "entry level" rappresenta una frazione marginale (attorno al 4%).

"Questo risultato - continua Zanette - ci ha fatto riflettere anche sulle motivazioni che, anche in un’annata difficile come questa, hanno determinato il favore del consumatore nei confronti delle nostre produzioni. In primis abbiamo notato, numeri alla mano, come non sia dipeso esclusivamente dall’introduzione della tipologia rosé che, entrando in scena nel momento più opportuno, ha fatto registrare una produzione di 16,8 milioni di bottiglie, bensì, in larga parte, dalla consapevolezza del consumatore nello scegliere Prosecco Doc".

Studio avverte: troppo criptici i "descrittori" del vino

26-02-2021 | Studi e Ricerche

Solo un terzo dei termini usati da sommelier e guide...

Nuove norme russe sulla etichettatura dei vini: si muove la Commissione europea

26-02-2021 | News

A pochi mesi dall’entrata in vigore della nuova normativa russa...

Gabriele Gorelli, da Montalcino, primo Master of Wine italiano

26-02-2021 | Trend

L'Italia ha finalmente il suo primo Master of Wine. Si...

Boscaini al "Sole": «Per ripartire serve il turismo»

26-02-2021 | News

Anche per il mondo del vino e degli spiriti il...

Aceto Balsamico di Modena Igp: il Governo in campo per "sminare" la normativa slovena

26-02-2021 | News

“A nome del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena...

Giro d'Italia: due tappe con arrivo nella città del Brunello

26-02-2021 | Itinerari

Il Giro d’Italia torna in terra di Siena. Nella seconda...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.