Studi e Ricerche

Cresce a rilento il settore dell'e-commerce degli alcolici, che rispetto alle previsioni raggiungerà il valore di 40 miliardi di dollari soltanto nel 2027 e non nel 2026. La crescita era stata stimata lo scorso anno dall'IWSR Drinks Market Analysis, che aveva valutato un tasso di crescita annuo composto (CAGR) del 34% dal 2021 al 2026.

Lo studio strategico del 2023 ha esaminato 10 mercati chiave (Australia, Brasile, Cina, Francia, Germania, Italia, Giappone, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti) e sei mercati secondari (Canada, Colombia, Messico, Paesi Bassi, Nigeria e Sudafrica). 

Guy Wolfe, responsabile delle ricerche sull'e-commerce presso l'IWSR:”Dopo il boom della pandemia, il valore dell'e-commerce ha subito una leggera correzione nel 2022 (in calo del 2%) poiché le restrizioni nella maggior parte dei mercati sono state rimosse e gli acquirenti sono tornati all'on-trade e ai negozi fisici. Nel breve termine, la crescita online aumenterà ma rimarrà debole a causa di una prospettiva macroeconomica debole, prima di tornare a una crescita più stabile dal 2024. La previsione è che il valore delle vendite online continuerà a superare TBA fino al 2027. L’e-commerce rimane quindi un elemento chiave nel quadro generale del valore totale".

La frequenza degli acquisti online di alcol è aumentata in tutti i mercati ma il ritmo di crescita si è ridotto rispetto agli anni precedenti. La Cina è l'unica eccezione, in parte a causa del continuo impatto delle restrizioni legate alla pandemia. Cina e Stati Uniti, secondo l’analisi di IWSR, saranno i principali motori di crescita del valore per il canale di vendita di alcol tramite e-commerce. Australia e Giappone  contribuiranno alla crescita del canale, con l'America Latina che vede lo "sviluppo più rapido". Il Brasile supererà il Giappone diventando il quarto mercato per valore, ma la quota di valore del Regno Unito scenderà dal 12% al 9%. 

L'aumento degli spirits sarà guidato dalle bevande alcoliche a base di agave e whisky negli Stati Uniti, e brandy e whisky in Cina.

Verifood, l’AI in aiuto per tutelare i marchi Dop e Ig

19-04-2024 | Studi e Ricerche

Un sistema di ricerca automatica sul web per scoprire usurpazioni...

Rapporto Ismea sull’innovazione vitivinicola: soluzioni agritech e agricoltura digitale

19-04-2024 | Studi e Ricerche

Le incertezze del quadro economico e geopolitico mondiale, tra crisi...

L’Italia contro il decreto belga sulla pubblicità delle bevande alcoliche

18-04-2024 | News

Federvini accoglie con favore la tempestiva azione del Governo, annunciata...

Rentri: disponibile ambiente Demo per avvicinare gli utenti ai nuovi obblighi

18-04-2024 | Normative

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase) ha attivato...

Pnrr e taglio dei tassi trainano una crescita moderata ma costante

18-04-2024 | Studi e Ricerche

Secondo un'analisi del centro studi di Confindustria, il commercio mondiale...

Turchia, aggiornato il regolamento sull'etichettatura degli alimenti

18-04-2024 | Estero

La Turchia ha recentemente apportato diverse modifiche al "Codice Alimentare...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.