News

48,9 milioni di ettolitri di vino per l Italia, 46,6 per la Francia, e 36,6 per la Spagna: ecco le stime sui volumi di produzione della vendemmia 2015 secondo i dati diffusi dalla Commissione Europea. Secondo la quale a livello Ue, si dovrebbero produrre complessivamente 163,8 milioni di ettolitri, con la triade Italo-franco-spagnola che continua a pesare per oltre il 75% della produzione continentale. In attesa della stime dell Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, il 28 ottobre a Parigi (www.oiv.int).

Focus - Il commento di Paolo De Castro: bene il primato, risultato eccezionale. Ma ora va trasformato in valore, perch il prezzo medio dei vini francesi ancora il doppio di quelli italiani Un risultato eccezionale che premia il lavoro dei nostri produttori e contribuisce ad accrescere il successo internazionale del vino italiano . Cos Paolo De Castro, coordinatore per il Gruppo dei Socialisti e Democratici della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, commenta il primato mondiale italiano per il 2015 nella produzione di vino, almeno stando alle stime della Commissione Ue.

Le condizioni climatiche positive di quest anno - continua De Castro - hanno ha fatto s che le produzioni di uve nostrane aumentassero del 13%, incremento importante che ci ha permesso di superare la Francia. Un successo che deve per essere portato a valore, perch se vero che il settore vitivinicolo guida il nostro export agroalimentare, sul piano della commercializzazione estera e su quello pi generale della valorizzazione c ancora molto da fare. Basti pensare che proprio i vini francesi hanno un prezzo medio all esportazione che circa il doppio di quelli italiani. Nella riforma della politica agricola comune, con l Ocm unica, il Parlamento europeo ha profondamente innovato il tema della promozione per il settore, mettendo a disposizione importanti risorse (circa 500 milioni di euro all anno, per l Italia 100 milioni di euro) da investire sia sui mercati terzi che all interno dell Ue. Un s ostegno forte da parte dell Europa - ha concluso De Castro - che deve per stimolare nuovi percorsi di crescita nazionali affinch l eccellenza dei nostri vini possa raggiungere traguardi sempre pi ambiziosi .

Barolo e Amarone i più conosciuti dai cinesi ma il primato della popolarità va alla Ferrari

18-09-2018 | Estero

Il marchio italiano più conosciuto dai cinesi? Resta la Ferrari...

Vini Doc Sicilia a quota 50 milioni di bottiglie

18-09-2018 | Trend

I 50 milioni di bottiglie prodotte da gennaio a luglio...

“No Italy, no Cocktail”: i bartender americani alla scoperta della tradizione italiana

17-09-2018 | News

Nel 2018, l’Agenzia ICE – Istituto per il Commercio Estero...

Centinaio: accordo con Alibaba per vendere ai cinesi il vero made in Italy

15-09-2018 | News

Un accordo con il gigante dell'ecommerce Alibaba per dedicare una...

I Supertuscan come una Bamboo di Gucci? "Vino pret-à-porter", trucchi e consigli per tutte le wine lover

14-09-2018 | Arte del bere

Esce  in libreria  per Rizzoli Illustrati "Vino pret-à-porter" di Francesca Negri...

Tailandia: slitta a marzo 2019 l’entrata in vigore del nuovo certificato di analisi

14-09-2018 | Normative

La Tailandia richiede un nuovo certificato di analisi che deve...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori, Esportatori ed Importatori di Vini, Vini Spumanti, Aperitivi, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed Affini

Please publish modules in offcanvas position.