News

48,9 milioni di ettolitri di vino per l Italia, 46,6 per la Francia, e 36,6 per la Spagna: ecco le stime sui volumi di produzione della vendemmia 2015 secondo i dati diffusi dalla Commissione Europea. Secondo la quale a livello Ue, si dovrebbero produrre complessivamente 163,8 milioni di ettolitri, con la triade Italo-franco-spagnola che continua a pesare per oltre il 75% della produzione continentale. In attesa della stime dell Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, il 28 ottobre a Parigi (www.oiv.int).

Focus - Il commento di Paolo De Castro: bene il primato, risultato eccezionale. Ma ora va trasformato in valore, perch il prezzo medio dei vini francesi ancora il doppio di quelli italiani Un risultato eccezionale che premia il lavoro dei nostri produttori e contribuisce ad accrescere il successo internazionale del vino italiano . Cos Paolo De Castro, coordinatore per il Gruppo dei Socialisti e Democratici della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, commenta il primato mondiale italiano per il 2015 nella produzione di vino, almeno stando alle stime della Commissione Ue.

Le condizioni climatiche positive di quest anno - continua De Castro - hanno ha fatto s che le produzioni di uve nostrane aumentassero del 13%, incremento importante che ci ha permesso di superare la Francia. Un successo che deve per essere portato a valore, perch se vero che il settore vitivinicolo guida il nostro export agroalimentare, sul piano della commercializzazione estera e su quello pi generale della valorizzazione c ancora molto da fare. Basti pensare che proprio i vini francesi hanno un prezzo medio all esportazione che circa il doppio di quelli italiani. Nella riforma della politica agricola comune, con l Ocm unica, il Parlamento europeo ha profondamente innovato il tema della promozione per il settore, mettendo a disposizione importanti risorse (circa 500 milioni di euro all anno, per l Italia 100 milioni di euro) da investire sia sui mercati terzi che all interno dell Ue. Un s ostegno forte da parte dell Europa - ha concluso De Castro - che deve per stimolare nuovi percorsi di crescita nazionali affinch l eccellenza dei nostri vini possa raggiungere traguardi sempre pi ambiziosi .

Musicastelle: torna la musica in alta quota in Valle d’Aosta

25-06-2021 | Itinerari

Quest’anno come non mai artisti e pubblico non vedono l’ora...

Era un boss ma amava i grandi vini: in vendita a Long Island la collezione di John Gotti

14-05-2021 | Arte del bere

C'è un piccolo negozio di liquori a Long Island dove...

La Cedrata Tassoni entra nell'orbita del Gruppo Lunelli

14-05-2021 | Arte del bere

Il Gruppo Lunelli acquisisce Cedral Tassoni S.p.A., leader in Italia...

Camminando tra laghi e vino

14-05-2021 | Itinerari

Da un lato i primi raggi di sole che si...

Registro pubblico degli enti di controllo dei processi di invecchiamento delle bevande spiritose

13-05-2021 | Normative

Nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 5 maggio 2021 sono stati pubblicati...

Nuova proroga Ue alle deroghe per i controlli sulle produzioni biologiche

13-05-2021 | Normative

Segnaliamo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del regolamento di esecuzione...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.