News

La partecipazione del ministero delle Politiche agricole all'Expo 2015 entra nella fase operativa. Oggi, infatti, il ministro Maurizio Martina ha firmato un protocollo d'intesa con il commissario unico del governo per l'Expo Milano 2015, Giuseppe Sala, e con il commissario generale del Padiglione Italia, Diana Bracco. Con l'accordo si passa dunque alla fase due con la messa in cantiere di sette azioni che renderanno l'agroalimentare italiano protagonista assoluto dell'evento. Una delle iniziative forti sarà la valorizzazione delle nuove imprese con il progetto Start up che prevede un bando per selezionare le aziende più innovative. Accanto a questo c' il progetto Formazione realizzato con le Università, l'Ismea e il Cra. Si tratta – ha spiegato il ministro – di un master in campo. Saranno coinvolti almeno 100 ricercatori del settore agricolo e agroalimentare che vivranno per sei mesi in diretta l'esperienza Expo e che poi saranno ingaggiati per il sistema della ricerca del settore.

Master in campo per 100 ricercatori dell'agroalimentare Un terzo bando sarà finalizzato a selezioni progetti ad elevato contenuto di innovazione. In prima linea anche la promozione del vero Made in Italy con particolare attenzione alle Dop e al biologico. Martina ha anche ricordato che il collegato alla Legge di Stabilità prevede un marchio unico per la promozione del made in Italy agroalimentare, privato e volontario. Si dovrà aprire un tavolo con le organizzazioni di categoria e il ministero sarà regista dell'operazione. E ancora rappresentazione delle filiere agroalimentari.

Il vino cuore dell'evento...

Continua a leggere su Il sole 24 ore.com 10.03.2014

 

Aceto e spezie, arriva la “salsa bruna” della Regina Elisabetta

24-01-2022 | Estero

Dopo i gin arrivano anche le salse reali. In particolare...

Il Regno Unito guida l’e-commerce degli alcolici (11,9%)

24-01-2022 | Studi e Ricerche

Continua la corsa delle vendite online, anche per il settore...

Via libera Ue alle modifiche sulle Doc Barbera d’Alba e Lacrima di Morro d’Alba

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 21 gennaio 2022...

Nuove pratiche enologiche autorizzate in territorio europeo

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 19 gennaio 2022...

Londra, crescono le critiche ai piani del governo per i dazi su vino e alcolici

21-01-2022 | Estero

I piani del governo britannico per riformare le regole della...

Frascati debutta tra i crypto wine con un Nft su uno spumante

21-01-2022 | Arte del bere

Il vino Frascati entra nella schiera dei crypto wine con...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.