News

La Grappa è tra i 26 prodotti a Indicazione Geografica italiani che dal 1° marzo 2021 saranno ufficialmente tutelati in Cina. È quanto ha stabilito l’accordo bilaterale siglato tra la Cina e l’Unione Europea per la protezione da imitazioni e usurpazioni nei rispettivi territori di una doppia lista di 100 indicazioni geografiche. Si allunga così la lista che include già denominazioni come Barolo, Brunello di Montalcino, Chianti, Prosecco Conegliano Valdobbiadene, Barbaresco, Brachetto d’Acqui, Soave e Tokaj. La grappa sarà immediatamente protetta all’entrata in vigore dell’accordo, senza fasi transitorie di phasing-out.

La Grappa Ig è, inoltre, anche tra le quaranta Indicazioni Geografiche italiane al centro dell’ottavo tavolo di dialogo Ue-Thailandia sulla proprietà intellettuale che si terrà il prossimo 4 marzo 2021 nell’ambito degli accordi bilaterali internazionali. Un’iniziativa per promuovere e, soprattutto, proteggere le eccellenze europee e italiane, a partire da quelle certificate. Lo annuncia AssoDistil in un comunicato.

Sono 171 le Indicazioni geografiche europee al centro dell’incontro, di cui 40 quelle Made in Italy. Nel corso dell’evento si parlerà di ‘proprietà intellettuale’, di eccellenze e di originalità, asset fondamentali per tutelare i prodotti e i prodotti agroalimentari di punta del nostro Paese, da sempre tra i primi in Europa per esportazioni di prodotti certificati e garantiti.

Il tavolo di dialogo Ue-Thailandia, fa parte di uno dei tanti punti degli accordi bilaterali per il commercio internazionale. L’obiettivo del tavolo di dialogo sarà proprio rafforzare il legame tra l’Europa e i prodotti dei paesi membri, tutelandoli e promuovendoli correttamente, senza svilire il significato e l’importanza dei territori dai quali derivano.

Negli anni è stato fatto molto per promuovere uno dei prodotti più antichi in Italia, ormai conosciuto in tutto il mondo. Con il progetto Hello Grappa! American Dream ora in corso, prosecuzione della prima edizione di Hello Grappa iniziata nel 2017, AssoDistil è riuscita ad attrarre diversi milioni dai fondi europei e a valorizzare il prodotto tra i consumatori finali e gli addetti ai lavori.

Usa: nuovo metodo per rilevare danni dal fumo degli incendi sulle viti

17-05-2022 | Studi e Ricerche

Alcuni scienziati della California Central Coast e analisti di laboratorio...

La Cina inaugura a Chengdu l'International Alcohol Producer Alliance

17-05-2022 | Trend

L'11 maggio 2022 a Chengdu, capoluogo della provincia del Sichuan...

Nuovo comandante dei carabinieri per la tutela agroalimentare

17-05-2022 | News

Cambio al vertice dei carabinieri per la tutela agroalimentare: oggi...

“The Spiritheque – Behind the stories Beyond the spirits”, in mostra 5 marchi iconici

17-05-2022 | Arte del bere

Fino al 31 maggio sarà possibile visitare l'esposizione “The Spiritheque...

Previsioni economiche Ue: rallenta il Pil (2,7%), cresce l’inflazione (6,1%)

17-05-2022 | News

Ieri la Commissione europea ha pubblicato le previsioni economiche di...

Fondo Investimenti imprese agricole: chiarimenti sulle domande

17-05-2022 | Normative

È stato pubblicato un nuovo Decreto del Ministero dello Sviluppo...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.