News

Il Centro Studi  di Federalimentare commenta i dati Istat sulle vendite al dettaglio di maggio usciti in data odierna. Com’è noto, i provvedimenti connessi all’emergenza sanitaria hanno consentito la progressiva riapertura degli esercizi commerciali, determinando un marcato riavvio delle vendite dei beni non alimentari, sia in valore sia in volume. Tale crescita ha permesso un parziale recupero dei forti cali registrati nei due mesi precedenti. Sempre in termini congiunturali (ovvero rispetto al mese precedente) diminuiscono invece, per la prima volta dallo scorso agosto, le vendite di beni alimentari. Su base annuale, le vendite del comparto alimentare restano comunque in crescita, mentre permane molto negativa, pur se in miglioramento, la dinamica tendenziale dei beni non alimentari.

L’Istituto valuta così, nello specifico, un aumento complessivo delle vendite rispetto ad aprile del +24,3% in valore e del +25,2% in volume. A determinare tali variazioni positive sono le vendite dei beni non alimentari, che crescono su aprile del +66,3% in valore e del +66,6% in volume, mentre quelle dei beni alimentari diminuiscono in valore del -1,4% e in volume del -1,6%.

Su base tendenziale, ovvero nel confronto maggio 2020/19, si registra una diminuzione complessiva delle vendite del -10,5% in valore e del -11,9% in volume. Le vendite dei beni non alimentari risultano in calo del -20,4% in valore e del -20,6% in volume, mentre crescono quelle dei beni alimentari, con un +2,8% in valore e un +0,1% in volume. Sul tendenziale di gennaio-maggio, le vendite alimentari si assestano sul +4,6% in valore e sul  +2,9% in volume.

La GDO alimentare mostra aumenti tendenziali delle vendite in valore, a maggio, pari al +3,0% e al +6,1% su gennaio-maggio. I piccoli esercizi alimentari mostrano in parallelo tendenziali del +3,4% a maggio e del +4,7% sui cinque mesi. I discount alimentari mostrano aumenti tendenziali in valore pari al +6,8% a maggio e al +7,9% su gennaio-maggio.

Congiuntura_2020_-_Tabella_sintesi_7_luglio_2020_-_FEDERALIMENTARE.xls

Via libera Ue alle modifiche sulle Doc Barbera d’Alba e Lacrima di Morro d’Alba

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 21 gennaio 2022...

Londra, crescono le critiche ai piani del governo per i dazi su vino e alcolici

21-01-2022 | Estero

I piani del governo britannico per riformare le regole della...

Frascati debutta tra i crypto wine con un Nft su uno spumante

21-01-2022 | Arte del bere

Il vino Frascati entra nella schiera dei crypto wine con...

Nuova Pac: smart farming e criteri rinnovati per i pagamenti diretti

21-01-2022 | News

Nel periodo 2023-2027 i pagamenti diretti destinati agli agricoltori subiranno...

Agroalimentare, terzo trimestre 2021: +2,6% Pil, +2,2% consumi, +1,6% investimenti

21-01-2022 | Studi e Ricerche

Si conferma buona la performance economica nel III trimestre 2021...

Champagne, nel 2021 balzo record del 32%

20-01-2022 | Trend

Le spedizioni totali di Champagne nel 2021 ammontano a 322...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.