News

Masterclass, talk e conferenze, eventi collaterali e un fuori salone dedicati al trade e al pubblico, gli stand delle principali aziende e di quelle più indipendenti del settore, il food pairing e lo street food, il caffè, ma soprattutto liquori, vini, spiriti, birra, distillati, i migliori bartender e i loro cocktail. Tutto questo è il Roma Bar Show. Ha aperto oggi l'evento che coinvolgerà l’intera città eterna per due giorni. Professionisti del settore e ospiti internazionali sono intervenuti per condividere le proprie esperienze e conoscenze su trend e novità del settore.

Nella sua prima edizione Roma Bar Show celebra il Centenario del Negroni, declinato nelle interpretazioni di rappresentativi bartender italiani. Tra le aree tematiche, il Mexico Village, che racconta, con l'agave, il tequila, il sotol e il, le tradizioni legate a questa terra, grazie a un cocktail bar in stile messicano con guest bartender di diverse realtà del panorama internazionale; la Gin Area, grazie alla collaborazione con IlGin.it che convolge le aziende del settore gin italiane e straniere; la suggestiva Terrazza del Palazzo dei Congressicon il suo splendido belvedere che abbraccia l’intera città di Roma che celebra l’aperitivo italiano con una serie di eventi.

Tra le iniziative in programma, la finale italiana della  cocktail competition “The Vero Bartender”, che si svolgerà martedì 24 settembre, ma anche l’arrivo di “La Classica 2019” evento ciclistico che quest’anno vedrà la sua conclusione a Roma Bar Show coinvolgendo ciclisti bartender provenienti da tutto il mondo.

Numerosi seminari, a entrata gratuita, con 8 key speaker internazionali che si sono alternati sul main stage dell’Auditorium Capitalis (800 posti a sedere) per trattare il tema della miscelazione secondo le proprie esperienze. Tra questi, “Cocktail Trends & Innovation”, con Simone Caporale e Marian Beke, ma anche il rum raccontato in “Sugar Cane” con due mostri sacri della canna da zucchero come Ian Burrell e Luca Gargano. Lo stile di vita sano nel mondo dell'hospitality sarà invece raccontato in “Wellbeing & Moderation”, con Camille Vidal e Roberta Mariani. Altri seminari come le tante masterclass per parlare di prodotti, tradizioni e curiosità legata ai brand presenti a Roma Bar Show si svolgeranno nella giornata conclusiva.

“Il progetto Roma Bar Show – spiegano gli organizzatori - nasce dall'esigenza del trade, delle aziende e degli addetti ai lavori, di ritrovarsi e confrontarsi in un evento italiano di profilo internazionale con lo scopo di elevare le attività della spirit industry e della mixology in Italia. Fin da questa prima edizione, la manifestazione ha l’obiettivo di divenire la fiera leader in Italia dedicata al mondo del bar, del beverage e dell’accoglienza”.

 

Ue prevede una contrazione fino al 16% del commercio mondiale nel 2020

05-06-2020 | News

La Commissione europea ha pubblicato un secondo report (tradoc_158764.pdf)  sull'impatto...

Regno Unito: il Governo fornisce elenco di agenti doganali e corrieri espressi accreditati

05-06-2020 | Estero

Il Governo britannico mette a disposizione un elenco di agenti...

La bellezza di Riale e la Val Formazza

05-06-2020 | Itinerari

Riale, in Val Formazza, è il comune più settentrionale del...

Birmania, liberalizzate le importazioni di liquori stranieri

04-06-2020 | Estero

Continua il percorso di apertura del mercato birmano, con l’abrogazione...

Un Cognac pre-rivoluzione francese va all'asta per 150mila dollari

04-06-2020 | Arte del bere

Quasi 150mila dollari per un Cognac pre-rivoluzione francese. È quanto...

Dazi Usa: riprendere al più presto il dialogo tra Ue e Washington

04-06-2020 | News

L'urgenza di fronteggiare l'epidemia mondiale da Covid-19, come ben comprensibile...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection