News

Cosa c’è di più italiano di un bicchierino di amaro dopo pasto? È una delle nostre eccellenze, grandi marchi molto conosciuti o piccole etichette artigianali di nicchia. In comune una grande qualità.

Spesso però è difficile, quando si è fuori, trovare una offerta adeguata. Non a Roma, però. Perché da poco ha aperto un locale con una attenzione particolare a questo spicchio di mercato. Si tratta del bar Il Marchese: una selezione vastissima di amari, con una parete intera dove sono stipate ben 500 diverse etichette. Un vero e proprio “amaro bar” e i proprietari sostengono di avere più selezione di qualsiasi altro posto in Europa.

Il menù è chiamato Il libro degli Amari e le bottiglie provengono da ogni parte d’Italia. “Ogni amaro ha una texture e una composizione differente - spiegano al Marcese -: spaziamo dagli agrumi luminosi al floreale, dal tonico al mentolato, dal fruttato al medicinale”. Servito prevalentemente dopocena l’amaro oggi si è ricavato uno spazio interessante anche come aperitivo: nel bar romano viene proposto miscelato, con ghiaccio tagliato a mano.

marchese 850x546

Nato come medicinale nei conventi, l’amaro diventa una bevanda gradevole con l’arrivo dello zucchero a prezzi accessibili dopo la scoperta dell’America. Ne esistono infinite varianti perché - come prevede il disciplinare - alla base di spirito può essere aggiunto ogni tipo di botanica.

In Italia uno dei fondatori de Il Marchese, Matteo Zed (esperienze precedenti a New York e in Giappone) è riuscito a scovare 800 etichette. Cinquecento di queste adesso sono dietro al suo bancone.

A cavallo sulla strada del Durello

26-04-2019 | Itinerari

Sono le suggestive vallate della Lessinia a caratterizzare il territorio...

In Gazzetta la legge sulla Class Action: ecco tutte le criticità

24-04-2019 | News

La Gazzetta Ufficiale del 18 aprile ha pubblicato la legge...

Colombia, rivisto il calcolo delle imposte sulle bevande alcoliche

24-04-2019 | Normative

Il Ministero delle Finanze colombiano ha pubblicato una bozza decreto...

Mouton Rothschild dona 750mila sterline per il restauro di Notre Dame

23-04-2019 | Estero

Venticinque casse in edizione limitata di Mouton Rothschild hanno fruttato...

Una borsa di studio per sostenere un aspirante Master of Wine italiano

23-04-2019 | Arte del bere

Dei 384 operativi in giro per il mondo non uno...

Contromossa Ue sui dazi Usa: nell'elenco (non definitivo) vini, distillati, rum e vodka

23-04-2019 | News

La Commissione europea ha reagito ai nuovi dazi imposti dall’amministrazione...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.