Dall'estero

La Francia avvia un piano di espianto di quasi il 9% dei vigneti di Bordeaux: i viticoltori potranno presentare domanda di aiuto fino al 20 dicembre.

Il piano prevede un aiuto di 67 milioni di euro per i viticoltori, ha reso noto il Ministero dell'Agricoltura francese. Secondo Stéphane Gabard, responsabile del sindacato dei vini AOC Bordeaux e Bordeaux Supérieur, la riduzione dei vigneti potrebbe contribuire a riportare la produzione in linea con la diminuzione delle esportazioni e del consumo interno.

Alcuni coltivatori di Bordeaux hanno smesso di curare i vigneti che non sono più economicamente redditizi e l'ufficio vitivinicolo di Bordeaux, il CIVB, stima che siano stati abbandonati dai 2.000 ai 3.000 ettari di vigneti. Gli appezzamenti abbandonati possono essere serbatoi per la diffusione di malattie come la flavescenza dorata, con la conseguente necessità di estirpare le viti come misura preventiva.

I viticoltori potranno beneficiare di un aiuto di 6.000 euro per ettaro, per contribuire a pagare l'espianto dell'intero vigneto o per convertire parte della loro proprietà vinicola in altre attività agricole.

La Commissione europea ha approvato il piano di aiuti all'inizio del mese, dopo una fase preliminare per valutare l'interesse dei viticoltori di Bordeaux. I primi espianti dovrebbero iniziare all'inizio di gennaio.

Il governo ha ricevuto circa 1.000 richieste preliminari di aiuto per l'espianto di un totale di 9.300 ettari di vigneti, rispetto alla superficie viticola totale di Bordeaux di 108.000 ettari. Secondo Sara Briot-Lesage, portavoce del CIVB, tra queste richieste 300 coltivatori volevano smettere del tutto di coltivare uva da vino.

 Secondo le stime del ministero dell'Agricoltura, quest'anno la produzione di vini a denominazione di origine protetta di Bordeaux dovrebbe diminuire del 7,7% rispetto al 2022, dopo che i vigneti sono stati devastati dalla peronospora.

Le richieste di espianto dei vigneti sono arrivate dalle denominazioni regionali Bordeaux e Bordeaux Supérieur, oltre che da Médoc, Côtes de Bordeaux e Côtes de Bourg. I coltivatori che ricevono aiuti per l'espianto non potranno piantare viti su quei terreni per 20 anni.

I prezzi delle proprietà vinicole in alcune delle denominazioni di Bordeaux sono diminuiti negli ultimi decenni, secondo i dati di Safer, l'agenzia francese per le proprietà rurali. Il prezzo di un ettaro di vigneto nella denominazione regionale di Bordeaux è sceso del 30% nel decennio fino al 2022, mentre il prezzo medio delle proprietà vinicole francesi è aumentato del 15% nello stesso periodo. I viticoltori di Bordeaux stanno lottando contro il calo delle esportazioni verso la Cina e il cambiamento dei modelli di consumo in Francia, oltre che contro l'impatto passato delle tasse statunitensi sul vino, la pandemia Covid-19 e ora l'inflazione. La regione ha anche subito una serie di impatti meteorologici negli ultimi anni, con i coltivatori che hanno dovuto affrontare tutto, dal gelo all'eccesso di umidità, dalla siccità alla grandine.

Foto Unsplash

Congiuntura economica: le prospettive dopo il taglio dei tassi

14-06-2024 | Studi e Ricerche

Secondo uno studio di Confindustria, l'avvio del taglio dei tassi...

Finlandia: prove di liberalizzazione delle bevande alcoliche (si inizia fino a 8%)

14-06-2024 | Estero

La Finlandia ha recentemente liberalizzato la vendita di bevande alcoliche...

Alla scoperta dei sapori di Trapani: un viaggio enogastronomico dal mare alla valle del Belice

13-06-2024 | Itinerari

Un viaggio enogastronomico nella provincia di Trapani è un'esperienza che...

Masaf: deroga al 3% per la ristrutturazione dei vigneti nelle aree colpite da peronospora

13-06-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Vent’anni di export: la corsa di vino e spirits sui mercati internazionali

12-06-2024 | News

Negli ultimi anni, il panorama mondiale dell'export di vino e...

In dono ai Capi di Stato del G7 l’Atlante del patrimonio agroalimentare italiano

12-06-2024 | News

In occasione del prossimo G7, il governo italiano ha deciso...

Please publish modules in offcanvas position.