Dall'estero

Viticoltori francesi hanno distrutto centinaia di casse di Cava e sparso migliaia di litri di rosé spagnolo per protestare contro le importazioni a basso costo che hanno un impatto sulle vendite di vino nazionale. I viticoltori che protestavano nella città di confine di Boulou hanno intercettato i camion che trasportavano vino spagnolo in Francia, distruggendo 10.000 bottiglie di Cava e rovesciando sulla strada un intero camion di rosé importato sfuso.

Circa 500 viticoltori francesi hanno partecipato alla protesta, che si è svolta giovedì 19 ottobre. I bassi prezzi del vino straniero hanno causato problemi ai vignerons locali che  sono scesi in strada per manifestare contro quella che sostengono essere una concorrenza sleale.

Frédéric Rouanet, presidente dell'Associazione dei vignerons dell'Aude, che ha guidato la protesta, ha avvertito i funzionari francesi della protesta martedì, mentre i viticoltori si riunivano a Ferrals-des-Corbières per discutere di quella che hanno descritto come la peggiore crisi del vino degli ultimi 20 anni. "Facciamo sapere a Parigi - ha detto - che la situazione nel sud della Francia peggiora ogni giorno di più e che noi onesti lavoratori abbiamo deciso di ribellarci. Che Parigi sappia che il governo ha una pesante responsabilità per il calo del consumo di vino e che deve compensarci di conseguenza". 

Rouanet ha sollecitato il governo francese a fornire un pacchetto di salvataggio finanziario di 2 milioni di euro per i coltivatori, le aziende e le cooperative dell'Aude in difficoltà.

Il governo spagnolo ha condannato gli atti contro i carichi di vino fermo e Cava provenienti dalla Spagna da parte dei viticoltori francesi, sottolineando che questo blocco minaccia la libera circolazione delle merci all'interno dell'Unione Europea. Tuttavia, è improbabile che la protesta si fermi, poiché Rouanet ha indetto una nuova manifestazione per il 25 novembre.

Foto: Infoccitanie

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

Please publish modules in offcanvas position.