L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Il re dei cocktail classici resta l'Old Fashioned, seguito a ruota da Negroni e Daiquiri. Lo conferma l’annuale classifica stilata da The Drinks International (l’Annual Brands Report 2020) che indica i primi 50 drink best seller su scala globale, secondo i proprietari e bar manager di 106 locali sparsi nel mondo. 

L'Old Fashioned (whiskey, zucchero e bitter) risulta il più venduto secondo il 35% degli intervistati. Il Negroni (vermut rosso, bitter Campari e gin) si conferma al secondo posto mentre la medaglia di bronzo va al cubano Daiquiri (rum bianco, succo di lime e sciroppo di zucchero), che scalza nella classifica dei drink miscelati il Whiskey Sour (Bourbon whiskey, succo di limone, zucchero e albume d’uovo), quest’anno scivolato in quinta posizione.

In quarta posizione il Dry Martini (gin e vermut dry) che spinto dai sempre più numerosi fan del gin scala quest'anno di due posizioni. 

Exploit per l'Espresso Martini (vodka e liquore di caffè): è al sesto posto, solo nel 2017 era in 27ma posizione. Chiudono la top ten: Margarita (tequila e succo di lime), con gli amanti del tequila che spingono questo drink mexican-style dall'ottava alla settima posizione. Seguono Manhattan (rye whisky e vermut), e ancora Cuba col Mojito (rum bianco, zucchero di canna, succo di lime, foglie di menta e seltz), e Aperol Spritz (Prosecco, bitter e acqua frizzante o seltz), l'aperitivo più consumato in Italia.

“Viaggio nell'Italia del vino", un libro sui nuovi trend dell’enoturismo

01-07-2022 | Trend

Scritto dal senatore Dario Stefàno e da Donatella Cinelli Colombini...

Usa: nello Stato di Washington misure contro la siccità nei vigneti

01-07-2022 | Estero

I coltivatori dello Stato di Washington hanno adottato misure per...

Oiv: record assoluto di esportazioni di vino nel 2021

01-07-2022 | News

Le esportazioni di vino hanno raggiunto un record assoluto nel...

Il nuovo Protocollo anti-Covid sui luoghi di lavoro

01-07-2022 | News

Ministero del Lavoro, ministero della Salute, MISE, INAIL e parti...

Affinamento sottomarino per i vini dell’Etna: il progetto con l’Università

01-07-2022 | Arte del bere

Per la prima volta nella storia dell'enologia etnea, i vini...

Nutri-Score: la difesa - non convincente - dello studioso francese che lo ha ideato

30-06-2022 | News

"Il Nutri-Score è basato su dati scientifici e non penalizza...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.