Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

I whisky sono stati al centro di vendite record nelle aste di alcolici del 2022 e anche i commercianti di vini pregiati hanno registrato una forte domanda da parte dei consumatori.

Sotheby's ha registrato un record di vendite all'asta di vini e liquori pari a 150 milioni di dollari nel 2022, con le vendite di liquori che hanno raggiunto un nuovo massimo di 29 milioni di dollari, rispetto ai 22 milioni di dollari del 2021 e ai soli 4 milioni di dollari del 2017.

"Prevediamo che il mercato continuerà a salire e a crescere per tutto il 2023", ha dichiarato Jamie Ritchie, presidente mondiale di Sotheby's per il vino e gli alcolici, in un'intervista rilasciata a gennaio a Market Watch di Decanter. Ha inoltre sottolineato il forte sviluppo del mercato secondario degli alcolici negli Stati Uniti lo scorso anno.

Matthew O'Connell, CEO della piattaforma di trading LiveTrade di Bordeaux Index, conferma: "Il valore dei migliori whisky scozzesi e giapponesi è aumentato del 15-20% nel corso del 2022". E aggiunge: "Il mercato del whisky ha davvero preso piede nell'ultimo decennio, con aumenti dei prezzi di circa il 20% all'anno di crescita composta".

Considerando le forniture limitate e il numero crescente di collezionisti facoltosi alla ricerca di bottiglie pregiate, sono previsti ulteriori aumenti di prezzo nel 2023..

La casa d'aste Zachys ha registrato vendite record di alcolici per 2,4 milioni di dollari nel 2022. Il lotto più venduto è stata una singola bottiglia di Suntory, Yamazaki 55 Year Old single malt giapponese, che ha raggiunto un prezzo di 398.400 dollari, pari a quello del lotto di vino più venduto dal gruppo: 12 bottiglie dell'apprezzato Romanée-Conti 1990 di Domaine de la Romanée-Conti.

Alcuni dati del settore suggeriscono tuttavia un quadro più eterogeneo sull'andamento dei prezzi negli ultimi mesi. Rare Whisky 101, che compila dati basati sui prezzi d'asta nel Regno Unito, ha visto il suo indice Apex 1000 aumentare di oltre il 425% dalla sua nascita alla fine del 2012 fino alla fine di novembre 2022, come riporta Decanter's Collector's Guide. Ma l'indice è sceso del 2,3% nei sei mesi fino al 26 dicembre.

Foto Unsplash

Per il centenario Oiv lancia un concorso fotografico sul cambiamento climatico

24-05-2024 | News

Nell’ambito del Centenario dell’OIV e dell’Anno internazionale della vigna e...

Cina, la lenta avanzata dei wine bar

24-05-2024 | Trend

Continua la crescita dei bar in Cina. La “Guida ai...

Scoperte in una cantina austriaca ossa di mammut di 40mila anni fa

24-05-2024 | Trend

Un viticoltore austriaco ha fatto una scoperta spettacolare durante i...

Centenario per Martinotti, il padre della spumantizzazione italiana

24-05-2024 | Arte del bere

Sono in molti a ritenere che Federico Martinotti non abbia...

Emanuele Orsini eletto nuovo Presidente di Confindustria

24-05-2024 | News

L'imprenditore emiliano Emanuele Orsini, attivo nei settori dell'edilizia in legno...

Prezzi delle bevande alcoliche in Canada: la risposta del board dell’Ontario ai produttori

22-05-2024 | News

La Lcbo (Liquor Control Board of Ontario) ha preso atto...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.