Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

I vini e la cucina del lago di Garda a portata di clic, in un unico portale: nasce Gardadelivery.com, l’ecommerce creato dal Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino, in collaborazione con la società Webmotion, per raccogliere le cantine, i ristoranti e le gastronomie del Garda veronese che si sono attivate per la spedizione, la consegna a domicilio e per l’asporto. 

“Credo che il nostro - spiega Franco Cristoforetti, presidente del Consorzio di tutela del Chiaretto e del Bardolino - sia il primo Consorzio ad aver creato questo tipo di servizio, che mira a mettere a fattor comune vino e ristorazione. Siamo convinti che l’unione delle forze sia la chiave per affrontare questo momento così particolare. Con Gardadelivery.com i produttori e i ristoratori avranno un’occasione in più per far scoprire, in tutta sicurezza, l’offerta enogastronomica gardesana e così pure i turisti, che potranno disporre di un punto di riferimento unico per conoscere le cantine e i locali che effettuano la consegna a domicilio e il take away”.

Che l’obiettivo di Gardadelivery.com sia quello di offrire un servizio personalizzato a chi ama i vini e la cucina del Garda lo dimostra anche Martedì in Rosa, l’iniziativa ideata dalla Strada del Vino Bardolino in collaborazione con il Consorzio di tutela e ospitata all’interno del portale. Nella sezione di Gardadelivery.com dedicata alla Strada del Vino sono infatti disponibili cinque diversi pacchetti di Chiaretto, a ciascuno dei quali sarà abbinato un webinar che permetterà agli acquirenti di dialogare online con i produttori, discutendo con loro le caratteristiche dei vini. Chi ha acquistato i pacchetti avrà la possibilità di connettersi con i produttori a date prestabilite attraverso la piattaforma Zoom, ma le dirette saranno anche disponibili a tutti sulle pagine Facebook della Strada del Vino Bardolino e del Chiaretto di Bardolino. 

“I Martedì in Rosa – spiega la presidente della Strada del Vino Bardolino Giorgia Marchesini - nascono dalla volontà di far conoscere i produttori del Chiaretto e del Bardolino. L’idea è quella di offrire una serie di conversazioni virtuali con i vignaioli che hanno scelto di raccontarsi davanti ad una telecamera condividendo pareri, idee ed opinioni con un calice di Chiaretto in mano. Sono felice che abbiano deciso di aderire al progetto molti giovani produttori, che hanno accolto l’iniziativa con entusiasmo, e nel contempo è un onore poter contare su alcune personalità che hanno contributo alla nascita della nostra Doc. Per quest’estate abbiamo scelto di brindare in rosa, ma conto che potremo ritrovarci anche il prossimo autunno per la vendemmia 2020 del Bardolino”.

 

Confindustria: come attenuare l’effetto-rincari delle commodity

17-01-2022 | News

L'aumento dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, iniziato...

A Dubai piramide di coppe da champagne da Guinness dei primati

17-01-2022 | Arte del bere

Con un'altezza di 8,23 metri, una piramide realizzata da 54.740...

Doc Sicilia, dal 1° gennaio il sigillo di Stato sulle bottiglie

17-01-2022 | Normative

Dal 1° gennaio 2022 arriva sulle etichette dei vini Doc...

Cina, un mercato destinato a una crescita sempre più lenta? E intanto le etichette locali…

17-01-2022 | News

Il mercato cinese del vino rallenta. l dati registrano una...

Prosecco Doc, oltre 627 milioni di bottiglie e più valore

13-01-2022 | Trend

Le aziende appartenenti al Consorzio di tutela del Prosecco Doc...

Ristorazione in affanno: “Il Governo ci faccia rientrare nel decreto sostegni”

13-01-2022 | News

L’improvvisa ripresa dei contagi che ha compromesso il mese più...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.