News

Solo dieci anni fa, il Brasile - il quinto paese più grande del mondo per popolazione - veniva salutato come il prossimo miracolo economico. Ora, dopo un decennio di governo del Partito dei lavoratori (PT) di sinistra, il paese è impantanato in un lungo periodo di stagnazione economica, con una crescita che va dall'8% all'anno nel 2010 al -3% nel 2016; e quest'anno il Fondo monetario internazionale pensa che il Brasile crescerà solo dell'1,8%. Circa il 12% (12,5 milioni) dei brasiliani in età lavorativa è disoccupato, e le imprese devono fare i conti con una sconcertante serie di prelievi e regolamenti, alcuni dei quali così complicati da scoraggiare gli investimenti delle imprese. 

Ovviamente, al nuovo Governo - per la prima volta nel 21° secolo, il Brasile sarà controllato da un politico di destra - sono legate speranze e volontà di cambiamento. Nei primi 180 giorni della sua amministrazione, Jair Bolsonaro ha promesso di riformare il sistema pensionistico del Brasile (che, insieme ad altre misure sociali, consuma un terzo di tutte le spese del governo) e di ridurre la burocrazia del governo. Intende anche semplificare il sistema fiscale e spingere i negoziati sul commercio tra l'UE e il Mercosur (l'alleanza economica sudamericana che include Brasile e Argentina) a una conclusione positiva. Positività che si rifletterebbe anche sulle nostre esportazioni di vino. Il 2017, tra l'altro, è stato un anno record per gli scambi vinicoli con il Brasile (vedi grafici) e anche il 2018 è promettente.

ExportViniMostiBrasileValore.jpg

 

ExportViniMostiBrasileQuantita.jpg

Abbiamo chiesto ad alcuni protagonisti del mondo vinicolo, particolarmente attivi nell'esportazione in Brasile, la loro opinione e i possibili sviluppi con questo cambio di Governo.

 

 

 

Sondaggio tra wine lovers: l'Italia è The World’s Best Wine Country

18-07-2019 | Arte del bere

L’Italia sale sul podio dei paesi produttori di vino. Lo...

Oiv: la Cina primo produttore di uva anche nel 2018

17-07-2019 | Studi e Ricerche

La Cina, nonostante un calo dell'11% nel 2018, è il...

Premio Masi: ecco i vincitori dell'edizione 2019

16-07-2019 | News

Cinque interpreti di una forte identità culturale e delle virtù...

Il deputato popolare tedesco Norbert Lins è il nuovo presidente di Comagri

16-07-2019 | News

I deputati della commissione per l'agricoltura del Parlamento europeo (Comagri)...

Accordo di libero scambio tra Ue e Giappone: presto una procedura semplificata per vino e spiriti

15-07-2019 | Normative

L’Accordo di libero scambio tra l’Unione europea ed il Giappone...

Onav e Università di Torino: arriva la prima Scuola Universitaria per Maestri Assaggiatori di Vino

15-07-2019 | News

Ci sono voluti anni di lavoro e confronto di alcune...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection