News

Scattano da oggi i dazi supplementari su alcuni prodotti originari degli Stati Uniti. Ieri la Gazzetta dell’Unione europea ha pubblicato il Regolamento della Commissione dove si indicano i tempi e i passaggi delle miusure che, lo ricordiamo, riguardano anche Whisky e Bourbon originari dagli Usa.  

In una prima fase, a partire da oggi, saranno soggetti a dazi supplementari ad valorem pari al 25%. In una seconda fase saranno applicati ulteriori dazi ad valorem pari al 25% a decorrere dal 1° giugno 2021 o se precedente, a partire dal quinto giorno successivo alla data in cui l’organo di risoluzione delle controversie dell’OMC adotta la decisione o tale decisione viene notificata, secondo la quale le misure di salvaguardia imposte dagli Stati Uniti non sono conformi alle disposizioni dell’accordo sull’OMC.

 

Inutile nascondere che il provvedimento desta viva preoccupazione in tutto il settore, soprattutto per la possibile esclation che potrebbe alfine estendersi anche ad altri prodotti, fino ad arrivare ai vini e agli spiriti originari dell’Unione Europea in caso di uleriori nuove ritorsioni da parte degli Stati Uniti. Il mercato americano è infatti il primo mercato, in termini di valore e di quantità, per i comparti rappresentati dalla Federazione, con valori nettamente superiori agli altri mercati di export:

ed il comparto agro-alimentare – al cui interno Federvini rappresenta il primo settore come valore di export – è il secondo settore manifatturiero italiano. Si parla quindi di importanti interessi sociali ed economici, che nel caso dei vini e degli spiriti toccano veramente l’intero territorio nazionale, essendo la loro presenza ben spalmata in ogni regione e in ogni provincia.

L'auspicio è che anche in queste fasi critiche del confronto con gli Usa, sia possibile considerare una diversa attenzione e una vera salvaguardia per quei settori che, più di ogni altro, hanno nel mercato americano il primo mercato di interesse.

 

Dazi Usa: i liquori valgono il 35% dei prodotti alimentari italiani colpiti

19-11-2019 | News

Non ci sono solo i formaggi tra i principali prodotti...

Spirits Europe: timori per la futura riforma fiscale in Nigeria

19-11-2019 | Normative

L’associazione europea Spirits Europe ha segnalato ai Servizi della Commissione...

Brasile: rimandato al 31 dicembre il nuovo certificato di analisi per l'export

18-11-2019 | Normative

Il Ministero brasiliano dell’Agricoltura ha pubblicato un comunicato con il...

Gli spirits dei divi: arriva il nuovo marchio di vodka dell'attrice Kate Hudson

18-11-2019 | Arte del bere

Dopo l'abbigliamento, Kate Hudson lancia anche un brand di vodka...

Vermut di Torino: arriva il sì dell'Unione europea alla tutela

18-11-2019 | News

A due anni dalla pubblicazione in Italia, è arrivata la...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection