News

Gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno raggiunto oggi un'intesa per risolvere l'annosa contesa commerciale relativa agli aiuti ai grandi velivoli civili. L'intesa fa seguito a quella recentemente raggiunta dagli Stati Uniti con l'Unione europea.

Il quadro prevede che gli Stati Uniti e il Regno Unito lavoreranno insieme per superare eventuali disaccordi nel settore e contrastare le pratiche non commerciali. Prevede inoltre il blocco per almeno 5 anni di nuovi dazi.

Questi principi generali guideranno la cooperazione tra Stati Uniti e Regno Unito nel settore:

- Le due parti istituiranno un gruppo di lavoro sui grandi velivoli civili, guidato dal rispettivo ministro responsabile per il commercio. I ministri del commercio si consulteranno almeno una volta all'anno. Il gruppo di lavoro si riunirà su richiesta o almeno ogni 6 mesi.

- Il gruppo di lavoro cercherà di analizzare e superare eventuali disaccordi tra le parti, anche su eventuali misure di sostegno esistenti. 

- Ciascuna parte intende fornire qualsiasi finanziamento al proprio produttore di aeromobili civili di grandi dimensioni (LCA) per la produzione o lo sviluppo di aeromobili civili di grandi dimensioni a condizioni di mercato.

- Ciascuna parte intende fornire qualsiasi finanziamento per la ricerca e lo sviluppo (R&S) per i grandi velivoli civili al proprio produttore LCA attraverso un processo aperto e trasparente e intende rendere ampiamente disponibili i risultati della ricerca e sviluppo interamente finanziati dal governo, nella misura consentita dalla legge.

- Ciascuna parte intende collaborare per analizzare e affrontare congiuntamente le pratiche anti-concorrenziali di terzi che potrebbero danneggiare le rispettive grandi industrie aeronautiche civili.

- Ciascuna parte intende non imporre contromisure per un periodo di 5 anni, a partire dal 4 luglio 2021, nella speranza che l'altra parte contribuisca a stabilire una concorrenza leale e ad affrontare le sfide condivise dalle economie non di mercato.

Verifood, l’AI in aiuto per tutelare i marchi Dop e Ig

19-04-2024 | Studi e Ricerche

Un sistema di ricerca automatica sul web per scoprire usurpazioni...

Rapporto Ismea sull’innovazione vitivinicola: soluzioni agritech e agricoltura digitale

19-04-2024 | Studi e Ricerche

Le incertezze del quadro economico e geopolitico mondiale, tra crisi...

L’Italia contro il decreto belga sulla pubblicità delle bevande alcoliche

18-04-2024 | News

Federvini accoglie con favore la tempestiva azione del Governo, annunciata...

Rentri: disponibile ambiente Demo per avvicinare gli utenti ai nuovi obblighi

18-04-2024 | Normative

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase) ha attivato...

Pnrr e taglio dei tassi trainano una crescita moderata ma costante

18-04-2024 | Studi e Ricerche

Secondo un'analisi del centro studi di Confindustria, il commercio mondiale...

Turchia, aggiornato il regolamento sull'etichettatura degli alimenti

18-04-2024 | Estero

La Turchia ha recentemente apportato diverse modifiche al "Codice Alimentare...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.