News

Il proprietario di JD Wetherspoon, nota catena di pub inglesi, ha deciso di passare dalle parole ai fatti. Determinato sostenitore della hard Brexit ha imposto di eliminare nei suoi 900 locali vini e birre europei, ovvero non British. Unica  - inspiegabile - eccezione per la birra belga Stella Artois.

Già lo scorso anno aveva posto il veto allo champagne  Möet & Chandon e al Prosecco. Oggi l’ascia è caduta su tutte le altre etichette. Tim Martin, questo il nome del proprietario, ha annunciato che sostituirà i vini dell’odiata Europa con bottiglie americane, australiane, cilene e, naturalmente, britanniche. Ha inoltre detto che cercherà di spingere il consumo delle autentiche bibite locali, come i sidri e i Perry, derivati da pere fermentate.

In realtà, dietro alla inaspettata presa di posizione c’è anche una richiesta di intervento del governo perché limi le tasse applicate ai consumi nei pub (“una volta fuori dall’Europa - è la sua opinione - nessuno ce lo potrà vietare”) e acconsenta a un incentivo fiscale per la vendita di birre alla spina, in luogo di quelle in bottiglia o lattina.

Chiarimenti sulle regole di distillazione e riduzione delle rese

26-05-2020 | Normative

Venerdì 22 maggio si è tenuta una riunione convocata dal...

I consigli di Liv-ex per adattare le strategie di vendita al periodo post Covid

25-05-2020 | Trend

La pandemia Covid negli ultimi tre mesi ha radicalmente mutato...

Arriva la app per la gestione digitale della cantina

25-05-2020 | Trend

Fase 2: una “foodtech company” al fianco dei ristoratori per...

Cantina Italia, giacenze in calo del 1,5% rispetto al 14 maggio

25-05-2020 | Studi e Ricerche

Alla data del 21 maggio 2020 negli stabilimenti enologici italiani...

Punto per punto tutte le misure contenute nel Dl Rilancio

22-05-2020 | News

Il Decreto legge Rilancio è stato pubblicato pubblicato in Gazzetta...

Giappone, da giugno in vigore la lista delle materie ammesse per i packaging alimentari

22-05-2020 | Estero

A partire dal primo giugno 2020, entrerà in vigore in Giappone...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection