Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

Venerdì, 17 Agosto 2018

La Strada dei Vini di Cagliari

di Francesca Liistro

Se la Sardegna è un microcontinente, la strada dei vini di Cagliari ne offre continui esempi unendo scenari diversi e sorprendenti: le trasparenze del mare e la dolcezza delle colline, le foreste selvagge e le soffici spiagge bianche, le lagune di grande importanza naturalistica e le potenti masse granitiche nate 300 milioni di anni fa, i pini di montagna e le essenze mediterranee, i fenicotteri rosa e i cinghiali sardi.

L’ immenso patrimonio naturalistico ancora intatto, l’assenza di fonti di inquinamento e la bassa densità di popolazione consentono di offrire un paniere di prodotti enogastronomici di eccellenza. Inoltre le quantità ridotte di acqua, le particolari condizioni climatiche e l’orografia del suolo impediscono un’agricoltura intensiva, mantenendo l’equilibrio con l’ambiente naturale e favorendo l’alta qualità dei prodotti. Quasi un mondo a sé, legato ai frutti della terra, ai suoi ritmi e ai suoi riti, tutti da scoprire e assaporare.

Il sole e la terra, il vento e il mare, il tempo e le mani sapienti, gli incontri con altri popoli. Sono gli ingredienti inimitabili dei vini della provincia di Cagliari, che hanno un legame forte e indissolubile con la terra da cui nascono e con la sua gente, con i sapori, le feste e le stagioni. Per le loro caratteristiche olfattive e gustative, i vini del cagliaritano sono stati paragonati ai tradizionali tessuti sardi ricchi di colori e di preziosi ricami. 

Dalle uve Nuragus nasce un vino profumato di fiori bianchi, mela verde e delicate note agrumate, piacevolmente fresco al palato. Le uve Vermentino danno invece vita a un vino bianco dalla forte e singolare personalità, ricco di note fruttate e floreali. Dalle uve Monica ecco un vino rosso morbido e caldo, dai profumi di mora e ciliegia con sfumature speziate. Di particolare finezza ed eleganza i vini da dessert: il suadente rosso liquoroso Girò, che può affiancarsi a pieno titolo ai grandi vini da meditazione iberici; l’ambrato e vellutato Nasco, il cui nome deriverebbe dal latino “muscus", muschio, proprio per sottolinearne l’inconfondibile profumo; l’avvolgente e ambrato Moscato, chiamato dai Romani “vitis apiana” per la dolcezza della sua uva prediletta dalle api; la dorata Malvasia dalle fini note di fiori e frutti.

“Andar per cantine” lungo la Strada dei Vini di Cagliari è un’esperienza che racchiude molte esperienze. E’ attraversare panorami ed emozioni, incontrare persone e storie, scoprire etichette piene di personalità e sapori inconfondibili.

Info: http://stradadeivinicagliari.it

 

 

Per il centenario Oiv lancia un concorso fotografico sul cambiamento climatico

24-05-2024 | News

Nell’ambito del Centenario dell’OIV e dell’Anno internazionale della vigna e...

Cina, la lenta avanzata dei wine bar

24-05-2024 | Trend

Continua la crescita dei bar in Cina. La “Guida ai...

Scoperte in una cantina austriaca ossa di mammut di 40mila anni fa

24-05-2024 | Trend

Un viticoltore austriaco ha fatto una scoperta spettacolare durante i...

Centenario per Martinotti, il padre della spumantizzazione italiana

24-05-2024 | Arte del bere

Sono in molti a ritenere che Federico Martinotti non abbia...

Emanuele Orsini eletto nuovo Presidente di Confindustria

24-05-2024 | News

L'imprenditore emiliano Emanuele Orsini, attivo nei settori dell'edilizia in legno...

Prezzi delle bevande alcoliche in Canada: la risposta del board dell’Ontario ai produttori

22-05-2024 | News

La Lcbo (Liquor Control Board of Ontario) ha preso atto...

Please publish modules in offcanvas position.