Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

Domenica, 25 Marzo 2018

Enrico Bartolini apre nel Monferrato

di Teresa Capodimonte
Relais Sant'Uffizio Relais Sant'Uffizio

Dopo Milano, Bergamo (in Città Alta), Castiglione della Pescaia (in Maremma), Venezia e Bologna, è il Monferrato e precisamente Cioccaro di Penango (in provincia di Asti) la meta scelta da Enrico Bartolini per l’apertura del nuovo ristorante che porta la sua firma: Locanda del Sant’Uffizio.
Sede di questa nuova sfida imprenditoriale è il Relais Sant’Uffizio, ex convento monastico cinquecentesco, trasformato in hotel de charme (con 55 suite, piscina e centro benessere) dalla famiglia taiwanese Chang proprietaria della società Ldc, con cui Bartolini già collabora nella Serenissima dove, nello splendido Palazzo Venart, ha sede il ristorante Glam (l’ultimo, in ordine di tempo, ad aver conquistato la stella Michelin).
Anche se meno conosciuto delle Langhe e del Roero, il Monferrato, con le sue morbide colline punteggiate da borghi e vigneti, è una terra ricca di storia, arte, tradizioni e cultura gastronomica che ha in Casale e Asti i suoi punti di riferimento; dai castelli del nord alle storiche cantine sotterranee del sud, è patria di grandi vini e di ingredienti straordinari. Una terra di eccellenze che ha affascinato (e conquistato) Enrico Bartolini al punto da sceglierla come sede di un nuovo progetto.
Ad affiancare Bartolini, in cucina Gabriele Boffa, classe 1987, di Alba, con un curriculum prestigioso ed esperienze con alcuni dei più grandi chef, da Yannick Alléno in Francia a Enrico Crippa in Italia; e in sala Francesco Palumbo con il suo garbato savoir faire affinato in ristoranti importanti come quelli di Claudio Sadler e Carlo Cracco.
La carta – come in tutti i ristoranti di Bartolini – è un omaggio al territorio e alla sua cucina, un inno alla biodiversità italiana che non si esprime solo in agricoltura, ma anche sulla tavola. Una filosofia che Enrico condivide con tutto il team, accogliendo i suggerimenti e le idee di chi lavora con lui, e persegue con grande coerenza e continuità per dare a tutti i suoi ristoranti un posizionamento chiaro.
Oltre alla proposta alla carta, che esprime una misurata alternanza di tradizione e innovazione, il ristorante offre due menu degustazione: uno a 55 euro, più legato alla cucina piemontese tradizionale, con alcuni immancabili classici come i ravioli del plin o il vitello tonnato (a raccontare le origini albesi di Boffa), e uno più “creativo” a 70 euro in cui convivono ingredienti di grande tradizione e una moderna espressione di cucina.
Anche la cantina celebra il territorio piemontese e i suoi blasoni enologici, ma non mancano naturalmente altri grandi vini italiani e alcune etichette francesi.

“Locanda del Sant’Uffizio” è un elegante ristorante gourmet con dieci tavoli che replica il “modello” ideale applicato da Bartolini in tutti i suoi ristoranti italiani: la giusta dimensione per esprimere il proprio stile culinario e per accogliere al meglio gli ospiti coccolandoli perché vivano appieno una grande esperienza del palato (ma non solo).
Baxter ha firmato l’interior design della sala (come già per il Ristorante Enrico Bartolini al Mudec di Milano): sedute, luci e specchi di gusto classico contemporaneo esprimono con eleganza un lusso misurato e creano la giusta atmosfera di comfort e raffinata accoglienza.
Le tonalità pastello – tipiche delle dimore nobiliari del Settecento – scelte per le pareti creano un effetto di grande armonia con il paesaggio circostante: il magnifico giardino all’italiana su cui affaccia la veranda ricavata nell’antica limonaia del convento e i dolci pendii delle colline percorse dalle vigne.

Al via da oggi i dazi supplementari su Whisky e Bourbon made in Usa

22-06-2018 | News

Scattano da oggi i dazi supplementari su alcuni prodotti originari degli...

Dal Barocco al Liberty con il Cerasuolo di Vittoria

22-06-2018 | Itinerari

Dalle città barocche della Val di Noto, patrimonio dell'Unesco, fino...

Aromi freschi per il cocktail? Si coltivano direttamente in cucina con l'idroponica

20-06-2018 | Arte del bere

Menta, rosmarino, basilico... da oggi è possibile avere le erbe...

La "Dolce Vita" tra sei anni crescerà all'estero del 75%. Siamo pronti?

20-06-2018 | News

Quali prospettive di sviluppo ci sono per i prodotti belli...

‘BarberatoBe’, Barbera d’Asti e Vini del Monferrato si presentano ai buyer esteri

19-06-2018 | Estero

Un modo di essere, di presentarsi e dialogare con compratori...

Nasce a Varsavia il primo museo della vodka

19-06-2018 | Estero

La Vodka ha da oggi il suo museo. Ha aperto...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori, Esportatori ed Importatori di Vini, Vini Spumanti, Aperitivi, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed Affini

Please publish modules in offcanvas position.