Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

Cave di Bauxite Cave di Bauxite

In Puglia, nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, in compagnia di accompagnatori naturalistici specializzati, è possibile seguire i ‘Geopassi’, una serie di itinerari lungo i geositi del territorio riconosciuti a livello mondiale e che attraggono migliaia di visitatori appassionati di carsismo e speleologia. È un vero e proprio viaggio lungo la storia della terra, sin dall’età dei dinosauri.

Tra i siti più rappresentativi le Cave di Bauxite, il canyon dalle accese sfumature del rosso a Spinazzola ( in provincia di Barletta-Andria-Trani), ad Altamura (Bari) la Cava Pontrelli, che conserva oltre 25 mila impronte di dinosauro scoperte nel ‘99, e la Grotta di Lamalunga, che conserva i resti scheletrici, scomposti e fossilizzati, dell’Uomo di Altamura, tra gli esemplari più antichi dell’Uomo di Neanderthal; il Pulo di Altamura e il Pulicchio di Gravina, le due grandi doline da crollo effetto del carsismo che caratterizza il paesaggio dell’altopiano murgiano.

I Geopassi percorribili in bici o a piedi, con differenti livelli di difficoltà, sono sentieri che conducono a siti di particolare bellezza e valore geoturistico e che da sempre raccontano il passato e il presente di un’area che ha come caratteristica la straordinaria integrazione tra uomo e natura. Lungo questi percorsi è possibile ammirare tutta la bellezza della Murgia pugliese contraddistinta da grotte, doline, lame, jazzi, masserie, voragini, boschi di quercia e conifere, vegetazione rupestre, specie animali e vegetali protette, insediamenti rurali e muri a secco, oggi Patrimonio Mondiale Unesco.

Visitare il Parco dell’Alta Murgia è camminare lungo i tratturi della transumanza e scoprire i meravigliosi castelli federiciani, tra cui il Castel del Monte di Andria, fortezza del XIII secolo, celebre nel mondo per la forma ottagonale e oggi Patrimonio Mondiale Unesco.

Lungo i Geopassi, nel Parco dell’Alta Murgia, si scopre anche la cucina etno-botanica che valorizza nei piatti le erbe spontanee di cui è caratterizzato il territorio. Ad ogni Geopasso, inoltre, è legata un’eccellenza enogastronomica riconosciuta a livello nazionale; ad esempio, nei dintorni del Pulo di Altamura o della Grotta di Lamalunga è consigliato assaggiare la Lenticchia e il Pane di Altamura, o camminando verso il Pulicchio scoprire una tipicità casearia come il Pallone di Gravina (caciocavallo). Lungo i Geopassi si scopre anche la coltura del Cece Nero di Cassano (legume Presidio Slow Food) e il pregiato olio extravergine di Coratina, nella zona del nord-barese.

 

Imparare il vino divertendosi

24-10-2021 | Arte del bere

Il gioco è la forma di indagine più elevata. Una massima...

Conai: dal 2022 ridotto il contributo ambientale per imballaggi

23-10-2021 | News

Il Consiglio di amministrazione CONAI ha deliberato un’ulteriore riduzione del...

Sui social si parla sempre più di food (+57,4%) e di vino (+29,1%)

23-10-2021 | Studi e Ricerche

In questi ultimi anni il settore del food ha lanciato...

Aceto Balsamico di Modena Igp vince il premio Smau all'innovazione

23-10-2021 | News

Aceto Balsamico di Modena sempre più “innovativo”: al video immersivo...

Esonero contributivo per il periodo di febbraio 2021: ecco la circolare INPS

22-10-2021 | Normative

Segnaliamo la pubblicazione della circolare n. 156 del 21 ottobre...

Noli alle stelle, aumenti record per materie prime ed energia: così si rischia di vanificare la ripresa

22-10-2021 | News

Federvini lancia l’allarme sulle prospettive per i vini, gli spiriti e...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.