Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

Luogo di riferimento per secoli e secoli di un territorio fertile e strategico è la città di Casale Monferrato. Il suo centro storico presenta le testimonianze dei fasti antichi e della sua sfaccettata identità: dall’antica Cattedrale di Sant’Evasio, con lo splendido nartece, il crocefisso romanico e il Museo del Tesoro del Duomo, fino alla Sinagoga in stile barocco ed ai Musei Ebraici. Attraversare il nucleo della città significa incrociare storici porticati, eleganti edifici e chiese maestose. A pochi passi dalle principali vie sorge il Castello del Monferrato, una vasta e “gloriosa” cittadella militare oggi utilizzata come spazio per mostre ed eventi e sede dell’Enoteca Regionale del Monferrato in cui degustare ed acquistare vini ed altri prodotti tipici del territorio. Per gli amanti dell’arte e della cultura, oltre ai monumenti e siti di interesse (spicca anche la Torre Civica), Casale Monferrato conserva un patrimonio invidiabile di opere di pittura, scultura e ceramica, conservate presso il Museo Civico e l’annessa Gipsoteca Bistolfi, presso l’ex convento agostiniano di Santa Croce. 

La seconda domenica di ogni mese (e il sabato precedente) Casale Monferrato diventa meta di turismo grazie a Casale Città Aperta, iniziativa per far conoscere monumenti e musei cittadini, con visite guidate (domenica pomeriggio). In concomitanza con Casale Città Aperta appuntamento anche con il Mercatino dell’Antiquariato (in agosto solo la seconda domenica), organizzato da M-ON!. Il terzo sabato del mese (escluso agosto), invece, appuntamento con Il Paniere, mercatino dei prodotti biologici ed artigianali.

Il Monferrato Casalese è una delle grandi terre da vino del Piemonte; basta uno sguardo tra i filari che seguono il profilo delle colline per rendersi conto dell'importanza economica e sociale del vino. La maggior parte della produzione è incentrata sui due vitigni più tipici della zona, ovvero il Barbera ed il Grignolino del Monferrato. Colline intere a vigneto, paesi con antiche cantine e distillerie, agricoltori, enologi, associazioni per la promozione della cultura del vino: tanta passione e tanta qualità.

La produzione è concentrata nei 34 piccoli comuni, con vini Doc e Docg prodotti sulle splendide colline che dominano da sud-ovest il Po. I vini Doc del Monferrato Casalese sono: Barbera Monferrato, Rubino di Cantavenna, Grignolino Monferrato Casalese, Barbera d'Asti, Malvasia di Catorzo d'Asti, Gabiano, Piemonte Bonarda, Piemonte Barbera, Piemonte Grignolino, Piemonte Cortese, Piemonte Chardonnay, Piemonte (spumante), Monferrato (bianco o rosso), Monferrato Chiaretto o Ciaret, Monferrato Casalese Cortese, Monferrato Dolcetto, Monferrato Freisa.

Confindustria: come attenuare l’effetto-rincari delle commodity

17-01-2022 | News

L'aumento dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, iniziato...

A Dubai piramide di coppe da champagne da Guinness dei primati

17-01-2022 | Arte del bere

Con un'altezza di 8,23 metri, una piramide realizzata da 54.740...

Doc Sicilia, dal 1° gennaio il sigillo di Stato sulle bottiglie

17-01-2022 | Normative

Dal 1° gennaio 2022 arriva sulle etichette dei vini Doc...

Cina, un mercato destinato a una crescita sempre più lenta? E intanto le etichette locali…

17-01-2022 | News

Il mercato cinese del vino rallenta. l dati registrano una...

Prosecco Doc, oltre 627 milioni di bottiglie e più valore

13-01-2022 | Trend

Le aziende appartenenti al Consorzio di tutela del Prosecco Doc...

Ristorazione in affanno: “Il Governo ci faccia rientrare nel decreto sostegni”

13-01-2022 | News

L’improvvisa ripresa dei contagi che ha compromesso il mese più...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.