Dall'estero

Il Dipartimento dell’Agricoltura, della riforma agraria e dello sviluppo rurale del Sud Africa ha proposto alcuni emendamenti alla normativa in materia di vini e bevande spiritose, frutto di una consultazione che ha coinvolto anche il mondo dell’industria sudafricana.

Tra le modifiche più rilevanti segnaliamo l’inclusione nel regolamento di norme sugli allergeni, sui limiti dei solfiti, sull’indicazione del valore energetico. 

Viene ammessa la varietà di uva “counoise” tra quelle consentite per la produzione di vino e viene introdotto l’obbligo di inserire nella presentazione il nome, l’indirizzo, il codice del venditore per ragioni di tracciabilità.

Confindustria: caduta del Pil al 6% - Ecco i possibili effetti del piano straordinario Ue

31-03-2020 | News

Economia italiana colpita al cuore. Uno shock imprevedibile ha colpito l’economia...

Agea proroga termine presentazione domande autorizzazioni nuovi impianti

31-03-2020 | Normative

Si informa che, con circolare n. 23775 del 30 marzo...

Moratoria di legge ex Articolo 56 DL 18/2020: le risposte del MEF

31-03-2020 | Normative

Il MEF ha pubblicato (al seguente link) alcuni chiarimenti in...

Covid-19: riepilogo normativa in vigore al 30 marzo 2020

31-03-2020 | News

In allegato il documento di riepilogo della normativa adottata sia...

La Francia riconosce formalmente i "vini naturali"

30-03-2020 | Estero

 In Francia i vignaioli naturali, al termine di una battaglia...

Ismea, a rischio esportazioni per quasi un miliardo di euro

30-03-2020 | News

Il susseguirsi degli eventi conseguenti al diffondersi del Covid-19 in...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection