Dall'estero

Il Dipartimento dell’Agricoltura, della riforma agraria e dello sviluppo rurale del Sud Africa ha proposto alcuni emendamenti alla normativa in materia di vini e bevande spiritose, frutto di una consultazione che ha coinvolto anche il mondo dell’industria sudafricana.

Tra le modifiche più rilevanti segnaliamo l’inclusione nel regolamento di norme sugli allergeni, sui limiti dei solfiti, sull’indicazione del valore energetico. 

Viene ammessa la varietà di uva “counoise” tra quelle consentite per la produzione di vino e viene introdotto l’obbligo di inserire nella presentazione il nome, l’indirizzo, il codice del venditore per ragioni di tracciabilità.

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

Please publish modules in offcanvas position.