Dall'estero

La corsa del vino inglese pare inarrestabile. Nei prossimi 20 anni la Gran Bretagna - secondo le stime di Wine GB - potrebbe creare fino a 30mila nuovi posti di lavoro nel mondo del vino (dalla viticoltura alle cantine). Attualmente l’industria del vino britannica impiega 2mila persone. Entro il 2040 sono inoltre previsti quasi 660milioni di sterline l’anno di giro d’affari derivante dall’enoturismo. Sull’onda di un mercato in rapida crescita le aziende vinicole si stanno già attrezzando, con la realizzazione di nuove foresterie e l’offerta di un’adeguata offerta gastronomica. La classica sala degustazioni non basta più.

Atualmente sono attive 500 aziende vinicole e quella dello scorso anno è stata una vendemmia record, +130% rispetto al 2017. Sono raddoppiate le vendite e i dati export (per il 65% concentrato in Usa e Paesi scandinavi). Secondo le stime la Gran Bretagna potrebbe produrre 40 milioni di bottiglie nel 2040. Continua quindi la corsa ai nuovi impianti: l’anno scorso sono state impiantate 1,6 milioni di barbatelle e altri 2 milioni lo saranno quest’anno. Privilegiati Chardonnay, Pinot Noir, Pinot Meunier e Bacchus. Ma il 71% del vino prodotto in Uk è frizzante. Non a caso hanno investito nel Paese sia Taittinger che Pommery.

Wine and the White House: un libro sui vini dei presidenti

17-01-2020 | Arte del bere

Donald Trump se ne fa un vanto: “non ho mai...

Dove nasce il Torcolato

17-01-2020 | Itinerari

Domenica 19 gennaio 2020 a partire dalle 14.30 la Doc Breganze celebrerà nella piazza principale...

Dazi Usa: 117 membri del Congresso americano chiedono di non colpire il vino

16-01-2020 | News

Il Gruppo americano Congressional Wine Caucus (membri del Congresso americano legati al...

La nuova architettura del sostegno pubblico all'export

15-01-2020 | News

A seguito del riordino delle competenze tra Ministero per gli...

Calano i consumatori abituali di vino in Usa. Lo studio di Wine Intelligence

14-01-2020 | Studi e Ricerche

La popolazione di bevitori abituali di vino negli Stati Uniti...

Asia, Nuova Zelanda e Cile: le opportunità formative per le giovani Donne del Vino

14-01-2020 | Arte del bere

Dai mercati dell’Asia alle vigne della Nuova Zelanda e del...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection