Dall'estero

Dal 1° luglio 2019 i vini importati in Russia godranno degli stessi regimi fiscali di quelli locali. Questo grazie all'intervento dell'associazione europea Comité Vins, unitamente al supporto della delegazione europea a Mosca, che ha favorito l'introduzione della disposizione che prevede un regime fiscale paritario. Alla fine del 2014, infatti, la Russia aveva introdotto una normativa relativa alle indicazioni geografiche secondo la quale i vini Dop e Igp tranquilli e frizzanti erano soggetti a una tassazione ridotta. Poi, all’inizio del 2017, si era creata una situazione di forte squilibrio tra i vini Dop e Igp e quelli senza il riferimento geografico: i vini importati con indicazione geografica beneficiavano, infatti, di un trattamento fiscale simile a quello applicato ai vini prodotti in Russia. Successivamente, il Ministero delle Finanze russo introdusse una modifica in modo tale che la tassazione agevolata avrebbe riguardato solo i vini domestici e non quelli importati. Dalla metà del 2019, quindi, dovrebbe essere ripristinata questa parità. Anche se sembra che i vini locali e quelli importati saranno comunque allineati ai livelli di tassazione più elevati: 36 rubli per i vini frizzanti e spumanti e 30 rubli per i vini tranquilli.

Wine and the White House: un libro sui vini dei presidenti

17-01-2020 | Arte del bere

Donald Trump se ne fa un vanto: “non ho mai...

Dove nasce il Torcolato

17-01-2020 | Itinerari

Domenica 19 gennaio 2020 a partire dalle 14.30 la Doc Breganze celebrerà nella piazza principale...

Dazi Usa: 117 membri del Congresso americano chiedono di non colpire il vino

16-01-2020 | News

Il Gruppo americano Congressional Wine Caucus (membri del Congresso americano legati al...

La nuova architettura del sostegno pubblico all'export

15-01-2020 | News

A seguito del riordino delle competenze tra Ministero per gli...

Calano i consumatori abituali di vino in Usa. Lo studio di Wine Intelligence

14-01-2020 | Studi e Ricerche

La popolazione di bevitori abituali di vino negli Stati Uniti...

Asia, Nuova Zelanda e Cile: le opportunità formative per le giovani Donne del Vino

14-01-2020 | Arte del bere

Dai mercati dell’Asia alle vigne della Nuova Zelanda e del...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection