Dall'estero

Dal 1° luglio 2019 i vini importati in Russia godranno degli stessi regimi fiscali di quelli locali. Questo grazie all'intervento dell'associazione europea Comité Vins, unitamente al supporto della delegazione europea a Mosca, che ha favorito l'introduzione della disposizione che prevede un regime fiscale paritario. Alla fine del 2014, infatti, la Russia aveva introdotto una normativa relativa alle indicazioni geografiche secondo la quale i vini Dop e Igp tranquilli e frizzanti erano soggetti a una tassazione ridotta. Poi, all’inizio del 2017, si era creata una situazione di forte squilibrio tra i vini Dop e Igp e quelli senza il riferimento geografico: i vini importati con indicazione geografica beneficiavano, infatti, di un trattamento fiscale simile a quello applicato ai vini prodotti in Russia. Successivamente, il Ministero delle Finanze russo introdusse una modifica in modo tale che la tassazione agevolata avrebbe riguardato solo i vini domestici e non quelli importati. Dalla metà del 2019, quindi, dovrebbe essere ripristinata questa parità. Anche se sembra che i vini locali e quelli importati saranno comunque allineati ai livelli di tassazione più elevati: 36 rubli per i vini frizzanti e spumanti e 30 rubli per i vini tranquilli.

I gioielli nascosti della Garfagnana, da Barga a Castiglione, assaporando il Candia

23-08-2019 | Itinerari

Borghi medievali, corsi d’acqua spumeggianti, foreste selvagge, colline e picchi...

Addio a Lapo Mazzei, protagonista del Chianti Classico

22-08-2019 | News

All’età di 94 anni si è spento, nella sua tenuta...

L'assenzio di Pontarlier ottiene l'indicazione geografica

21-08-2019 | Arte del bere

L'assenzio di Pontarlier ha ottenuto l'etichetta di indicazione geografica per...

Complessità, acidità e tannini: in Uk la bevanda analcolica con 20 botaniche per accompagnare cibi gourmet

21-08-2019 | Trend

La britannica Nine Elms ha lanciato No.18, una bevanda senza alcool...

In Usa nasce Spirits United, piattaforma online per migliorare e promuovere l'industria delle bevande alcoliche

21-08-2019 | Estero

Il Distilled Spirits Council ha lanciato Spirits United, una piattaforma...

Aumento dell'Iva: cosa rischiano le aziende del vino

20-08-2019 | News

Uno degli elementi in discussione, durante queste giornate di crisi...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection