L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Una bottiglia di sherry del XIX secolo rinvenuta nella cantina della storica Apsley House di Londra, ex dimora del 1° Duca di Wellington (1769-1852), è stata venduta all'asta nei giorni scorsi per un importo cinque volte superiore alla stima precedente alla vendita, realizzando 1.527 sterline.

Si ritiene che il raro sherry sia stato imbottigliato ad Apsley House tra il 1850 e il 1870, quando era la casa di Arthur Wellesley, dopo che gli era stato conferito il titolo di "Duca di Wellington" come ringraziamento per le sue vittorie militari nelle guerre peninsulari e napoleoniche. In seguito al suo specifico successo nella battaglia di Waterloo del 1815, il Parlamento gli assegnò 700.000 sterline per costruire un nuovo "Waterloo Palace". Tuttavia, invece di costruire un nuovo edificio, fece un'offerta anonima di 40.000 sterline per acquistare Apsley House. L'acquisto doveva servire ad aiutare il fratello, allora proprietario del contratto d'affitto della casa, che si trovava in difficoltà economiche. Dopo la battaglia di Waterloo, Wellington divenne una figura di spicco della politica, diventando Primo Ministro nel 1828.

Lo sherry fu acquistato nel 1977 in occasione di una vendita di vini di Apsley House da parte di Christie's e da allora è conservato in una cantina dell'Hampshire. Una bottiglia del 1865 proveniente dalla stessa collezione è stata degustata nel 2020 da Christie's e la nota di degustazione era la seguente: "A oltre 150 anni di età, sembrava quasi un giovane Manzanilla en rama. All'assaggio, il 1865 era ben bilanciato, gessoso e leggermente nocciolato con un caratteristico bordo affumicato. Il suo colore e il suo portamento giovanile rendevano difficile credere che fosse stato imbottigliato quando Abraham Lincoln era presidente degli Stati Uniti".

Commentando la vendita di una bottiglia così rara, Mark Robertson, responsabile del reparto vini di Dreweatts, ha dichiarato: "Questa meravigliosa bottiglia, che ha visto solo due attenti proprietari negli ultimi 170 anni, ha sorprendentemente raccolto un'offerta competitiva. Ci auguriamo che il nuovo proprietario si goda questo sherry unico e che mentre lo beve possa riflettere su tutti i grandi momenti storici trascorsi da quando fu imbottigliato per la prima volta per il Duca di Wellington a casa Apsley".

Teatro con cena ispirata all’antica Grecia nella Valle dei Templi

04-08-2022 | Itinerari

Continua anche quest'anno a Le Stoai, nella Valle dei Templi, il Simposio...

Vademecum vendemmiale Icqrf per la campagna vitivinicola 2022-2023

02-08-2022 | Normative

In occasione della campagna vitivinicola 2022-2023 è stato pubblicato sul...

Volo in ritardo o cancellato? A Londra c’è il vino di “supporto emotivo”

02-08-2022 | Arte del bere

Sebbene non possa compensare del tutto lo stress di un...

La crisi sui dazi cinesi fa crollare le esportazioni di vino australiano di 2,08 miliardi di dollari

02-08-2022 | News

Secondo l'ultimo rapporto sulle esportazioni di Wine Australia, il valore...

Ue: l’export di vino europeo +12% nei primi cinque mesi 2022

29-07-2022 | News

La Commissione UE ha rilevato i primi impatti dell'invasione russa...

Aceto “balsamico” sloveno, la Farnesina pensa al ricorso presso la Corte di Giustizia Ue

28-07-2022 | News

  La vicenda dell' aceto 'balsamico' sloveno potrebbe finire presto alla...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.