L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

L'asta di beneficenza Hospices de Beaune 2023 ha fruttato 23.279.800 euro, escluso il premio del compratore, secondo quanto reso noto da Sotheby's, che ha ospitato l'ultimo evento annuale nel cuore della Borgogna. Quest'anno ha segnato la 163a asta degli Hospices de Beaune e ha visto il secondo più alto totale di vendite mai registrato, dopo il record stabilito l'anno scorso di 29.788.500 euro. Con una media di 30.839 euro per botte, il denaro raccolto per il mantenimento degli ospedali degli Hospices Civils de Beaune è stato "piuttosto solido", ha dichiarato il Master of Wine Jasper Morris, consulente dell'asta.

I vini dell'Hospice furono venduti all'asta per la prima volta nel 1859 per massimizzare le entrate dell'Hôpital de Beaune. Per molti anni, l'asta si è svolta à la bougie (alla candela), con la vendita all'ultimo offerente prima che due candele si spegnessero dopo aver bruciato ininterrottamente. Oggi questa pratica è utilizzata solo per l'asta della Pièce de Charité (botte di beneficenza). Nel corso degli anni, l'asta dei vini degli Hospices de Beaune è diventata la vendita di beneficenza di vini più famosa al mondo.

L'asta degli Hospices de Beaune si svolge ogni terza domenica di novembre e segna il completamento del ciclo viticolo e la vinificazione dei vini di terroir. Il ricavato dell'asta Hospices de Beaune 2023 è stato ottenuto dalla vendita di 753 botti, suddivise in 574 lotti di vino rosso e 179 di vino bianco, che riflettono le alte rese dell'annata 2023, ma sono inferiori agli 802 lotti messi all'asta lo scorso anno e alle 828 botti offerte nel 2018.

Cinquantuno cuvée, tra cui village, premiers e grands crus, sono state messe all'asta dai 6o ettari di vigneti dell'Hospice, che sono al terzo e ultimo anno di conversione biologica.  Il ricavato della vendita è andato a beneficio di due enti che si occupano di ricerca per migliorare l'aspettativa di vita e la salute: la Fondation pour la Recherche Médicale (FRM) e l'Initiative de Recherche pour une Longévité en Bonne Santé (IRLB).

Foto presa da https://hospices-beaune.com/en/discover/domaine-hospices-estate/wine-auction/

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

Please publish modules in offcanvas position.