L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Come può modificarsi un vino nello spazio? Per scoprirlo Space Cargo Unlimited, una startup di ricerca con sede in Lussemburgo, ha spedito delle bottiglie sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Sabato scorso all'Isola di Wallops, in Virginia, una dozzina di bottiglie di Bordeaux sono state fatte salire a bordo di un razzo diretto appunto alla Stazione Spaziale Internazionale. Entro lunedì avevano raggiunto la propria destinazione, senza alcun intoppo.

Gli astronauti della stazione custodiranno le bottiglie per un anno intero. Come ha annunciato in una nota il co-fondatore di Space Cargo Unlimited, Nicolas Gaume, il vino sarà esaminato tra dodici mesi e confrontato con un lotto di controllo rimasto sulla terra per valutare come la microgravità e le radiazioni spaziali influenzano il processo di invecchiamento. “Il vino ben si adatta alla nostra ricerca chimico-fisica perché ricco di componenti", ha spiegato la portavoce dell'azienda Maryse Camelan. La missione è la prima delle sei che Space Cargo Unlimited ha programmato per i prossimi cinque anni e che coinvolgeranno piante, lievito e batteri.

Il consulente della missione, il ricercatore specializzato in enologia Philippe Darriet, ha affermato che l'ambiente unico dell'ISS "potrebbe avere un impatto positivo" sul vino. Il sito web della NASA a sua volta afferma che le conoscenze raccolte dalla missione potrebbero portare allo "sviluppo di componenti e miglioratori del gusto e degli aromi per i prodotti alimentari". 

Quando Ardbeg, una distilleria scozzese, ha inviato campioni del suo whisky nello spazio per un migliaio di orbite nel 2011 ha verificato un invecchiamento due volte più veloce per colore e sapore rispetto ai loro equivalenti terreni.

Wine and the White House: un libro sui vini dei presidenti

17-01-2020 | Arte del bere

Donald Trump se ne fa un vanto: “non ho mai...

Dove nasce il Torcolato

17-01-2020 | Itinerari

Domenica 19 gennaio 2020 a partire dalle 14.30 la Doc Breganze celebrerà nella piazza principale...

Dazi Usa: 117 membri del Congresso americano chiedono di non colpire il vino

16-01-2020 | News

Il Gruppo americano Congressional Wine Caucus (membri del Congresso americano legati al...

La nuova architettura del sostegno pubblico all'export

15-01-2020 | News

A seguito del riordino delle competenze tra Ministero per gli...

Calano i consumatori abituali di vino in Usa. Lo studio di Wine Intelligence

14-01-2020 | Studi e Ricerche

La popolazione di bevitori abituali di vino negli Stati Uniti...

Asia, Nuova Zelanda e Cile: le opportunità formative per le giovani Donne del Vino

14-01-2020 | Arte del bere

Dai mercati dell’Asia alle vigne della Nuova Zelanda e del...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection