Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Uno storico produttore di sake a Fukushima, in Giappone, ha utilizzato l'intelligenza artificiale per individuare il perfetto abbinamento con il sushi e creare sake che si integrano con i sapori di diverse specie di pesce. Utilizzando un sensore di gusto sviluppato da una società di ricerca con sede a Tokyo che mappa i sapori salati, umami, dolci, amari e acidi di un piatto/ingrediente, la distilleria ha iniziato a esplorare le possibili applicazioni del suo sake già nel 2020. In seguito a test approfonditi sui consumatori, ora ritiene di aver trovato la formula per decifrare come "dialogano" i sapori e come preparare un sake adatto.

Nel corso dell'anno prossimo, l'azienda distribuirà otto diversi sake, ciascuno adattato al sapore di diversi pesci, dalla rana pescatrice al branzino.

L'idea potrebbe prendere piede anche altrove in Giappone, vista la popolarità del pescato nel Paese. Si stima che nel 2020 il giapponese medio abbia consumato 23,4 kg di pesce e frutti di mare e circa quattro litri di sake raffinato.

Foto Unsplash

Tour sciistici sulle Dolomiti alla scoperta della Grande Guerra

02-02-2023 | Itinerari

In questo periodo dell'anno le Dolomiti sono una delle mete...

Nuova viticoltura, studio sui vitigni resistenti

01-02-2023 | Studi e Ricerche

Unire qualità alla concreta sostenibilità: è questo lo spirito che...

Abruzzo eletta regione vinicola dell'anno per Wine Enthusiast

01-02-2023 | Arte del bere

Riconoscimento prestigioso per l'Abruzzo proveniente dagli Stati Uniti, dove Wine Enthusiast...

Piano Gestione dei Rischi, via libera da Stato-Regioni

01-02-2023 | Normative

Tra le novità del Piano di Gestione dei Rischi in Agricoltura...

Parlamento Ue: interrogazione urgente sull’etichettatura degli alcolici in Irlanda

01-02-2023 | News

Un'interrogazione urgente alla Commissione Ue sull'etichettatura degli alcolici voluta dall'Irlanda...

Usa, calano le vendite dirette delle case vinicole ma cresce il valore delle bottiglie

01-02-2023 | Arte del bere

Le vendite dirette delle cantine americane (direct-to-consumer) sono calate del...

© 2023 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.