Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

La Urban Vineyards Association dal 28 febbraio al 3 marzo volerà negli Emirati Arabi e sarà fra i protagonisti di Dubai Expo 2020. All’interno del Padiglione Italia, nello spazio della Regione Piemonte, l’associazione internazionale U.V.A., che a oggi riunisce 11 vigneti nati in città – ne fanno parte le vigne di Torino, Milano, Venezia, Siena, Catania, Palermo, Parigi, Lione, Avignone e New York – parteciperà alla più grande mostra espositiva mondiale per promuovere il vigneto urbano, un’eccellenza dal respiro tutto italiano, come modello di turismo e di sviluppo cittadino sostenibile. 

La presenza all’Expo di Dubai ha, infatti, come obiettivo quello di affacciarsi a una delle vetrine più importanti in fatto di innovazione e sviluppo, per promuovere la vigna urbana come esempio di rigenerazione delle città sia sul piano del turismo sia su quello della qualità della vita per i cittadini. Quattro le principali direttrici del progetto: diffondere una delle più preziose eccellenze enogastronomiche come il vino; sostenere una pianta con un ruolo centrale nell’aridocultura (o dry farming); dare vita a spazi di aggregazione verdi che ospitino piccole comunità in totale rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali; sviluppare un asset turistico, dato dal mix fra sostenibile e smart, in piena linea con i trend di rinnovamento sociale e ambientale.

La presenza di U.V.A. a Dubai punta pertanto ad allargare la platea di soci e investitori in tutto il mondo, attestando la forte impronta italiana in un contesto sempre più internazionale. “Il vigneto urbano - racconta Luca Balbiano, presidente di U.V.A. - non ha soltanto valore dal punto di vista vitivinicolo. È un patrimonio storico, culturale e sociale che va tutelato e accompagnato nella sua evoluzione. È un modello innovativo per le città di domani, un inno alla bellezza sostenibile, un’opportunità da cogliere per dare vita ad un turismo più consapevole, intelligente e rispettoso. È l’esempio perfetto di come la Natura possa davvero salvare il mondo”. 

 

Mariacristina Castelletta nuovo presidente del Consorzio Alta Langa

19-05-2022 | Arte del bere

Cambio della guardia ai vertici del Consorzio Alta Langa: il...

Week end in rosa sul lago di Garda

19-05-2022 | Itinerari

Ritorna anche quest’anno l’atteso appuntamento con Chiaretto di Bardolino in Cantina:...

Bordeaux 2021 en primeur: previsto un calo della domanda

18-05-2022 | Arte del bere

Secondo Liv-ex oltre il 71% dei commercianti internazionali ha dichiarato...

Usa, i Millennials apprezzano sempre di più il vino a basso contenuto di alcol

17-05-2022 | Trend

Il valore della categoria del vino a basso contenuto alcolico...

Colpire il vino nelle ritorsioni commerciali, una perdita di 340 milioni di dollari all'anno

17-05-2022 | News

Nell'articolo "Vino: il sacco da boxe nella rappresaglia commerciale" pubblicato...

Usa: nuovo metodo per rilevare danni dal fumo degli incendi sulle viti

17-05-2022 | Studi e Ricerche

Alcuni scienziati della California Central Coast e analisti di laboratorio...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.