Dall'estero

Non è un segreto che l'industria vinicola californiana stia affrontando un eccesso di produzione. La domanda dei consumatori sta cambiando (i più giovani spesso sostituiscono il vino con RTD, bevande analcoliche o low alcol), il che crea le condizioni per una sovrapproduzione e un conseguente eccesso di scorte, come si legge  nell'ultimo rapporto sul vino statunitense della Silicon Valley Bank (SVB).

Su questi aspetti Jeff Bitter, presidente di Allied Grape Growers, ha richiamato l'attenzione durante l'Unified Wine & Grape Symposium di gennaio. Bitter ha invitato i viticoltori a rimuovere un totale netto di oltre 12.000 ettari in tutta la California per contrastare le attuali sfide legate al calo della domanda nel settore vinicolo, una tendenza che riflette un movimento globale. "Nessuno fa soldi con le scorte", ha detto.

L'appello all'azione è il secondo tentativo di Bitter di convincere i coltivatori californiani a espiantare. l primo è avvenuto dopo la vendemmia del 2019, quando l'uva è rimasta sulle piante e le cantine piene di vino invenduto. All'epoca, Bitter disse: "Faccio questo lavoro da oltre 20 anni e posso dire onestamente che questo tipo di immagini non si vedono spesso nel settore". Dopo il suo discorso al Simposio unificato sul vino e l'uva del 2020, sono stati rimossi solo 7.280 ettari.

Ora, quattro anni dopo, le foto un tempo rare a cui faceva riferimento Bitter stanno diventando più comuni. "In tre degli ultimi cinque anni - 2019, 2020 e 2023 - abbiamo lasciato l'uva sulla vite - ha detto -. Da cinque anni a questa parte siamo strutturalmente in eccesso di offerta, il che indica la necessità di ridurre gli ettari coltivati a vite per bilanciare l'offerta e la domanda". nel corso di una lunga intervista a Decanter Bitter ha individuato le aeree inn cui si dovrebbero concentrare gli espianti.

Foto Unsplash

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

Please publish modules in offcanvas position.