Studi e Ricerche

Nel 2018 il prodotto lordo ha raggiunto la quota  di 1.765.421 milioni di euro. In valori correnti quindi sale del +1,7% sull’anno precedente, mentre in valuta costante cresce del +0,8%. In termini reali, rimane tuttavia ancora 4,3 punti sotto il livello raggiunto nel 2007, ultimo anno pre-crisi. Sono i dati diffusi dall'Istat sia sul prodotto interno lordo sia sui consumi nazionali 2018.

Schermata_2019-11-05_alle_11.11.34.png

In particolare, i consumi alimentari 2018 del Paese hanno raggiunto la quota di 161.230 milioni di euro. Ne esce un aumento sull’anno precedente del +0,9% in valori correnti e un calo del -0,3% in valuta costante. Entrambe le variazioni appaiono penalizzate rispetto a quelle registrate l’anno precedente, in collegamento con la involuzione del PIL. 

I servizi di ristorazione 2018 hanno fornito un sostegno inferiore a quello manifestato l’anno precedente. In valuta corrente, hanno raggiunto infatti gli 84.291 milioni, con una spinta in valuta costante del +0,5%, dopo il +3,5% del 2017. 

A livello complessivo, i consumi 2018 del Paese hanno totalizzato la quota di 1.076.760 milioni di euro, con un +1,9% sul 2017, dopo il +2,7% dell’anno precedente. In valuta costante, l’aumento si riduce al +0,9%, dopo il +1,5% dell’anno precedente. 

I consumi alimentari, comprensivi della ristorazione, coprono la quota di 245.521 milioni, con un +1,2% in valuta corrente sull’anno precedente e un +0,0% in valuta costante. La dinamica 2018 di tale aggregato si conferma inferiore a quella parallela dei consumi globali, che segnano in parallelo un +1,9% in valuta corrente e un +0,9% in valuta costante. 

Sull’arco della crisi (2007-2018), va sottolineata la perdita di velocità dell’alimentare (senza la ristorazione) rispetto ai consumi nazionali complessivi. La dinamica in valuta costante nel periodo del settore (-10,0%) si confronta infatti col -2% parallelo dell’aggregato complessivo. 

 

Usa: in arrivo una strategia nazionale per ridurre gli sprechi alimentari e migliorare il riciclo

20-06-2024 | Estero

Il 12 giugno 2024, la Food and Drug Administration (Fda)...

La Thailandia rivede la legge sul controllo degli alcolici

20-06-2024 | Arte del bere

Il 12 giugno 2024, un Comitato dell'Assemblea Nazionale della Thailandia...

Vino: Lollobrigida soddisfatto per la chiusura della procedura di notifica belga all’Ue

19-06-2024 | News

Il ministro dell'Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco...

La Russia minaccia di applicare dazi del 200% sul vino di alcuni paesi europei

19-06-2024 | Estero

Il governo russo ha minacciato di imporre una tariffa del...

Assemblea generale di spiritsEUROPE a Roma: impegno contro gli abusi, no al proibizionismo

18-06-2024 | News

Ha preso il via oggi a Roma l’Assemblea Generale di spiritsEUROPE...

Via libera Ue alla Nature Restoration Law, il regolamento sul ripristino delle aree naturali

18-06-2024 | News

Il Consiglio dell’Unione Europea, l’istituzione che riunisce i ministri dei...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.