Studi e Ricerche

Il valore mensile del commercio agroalimentare dell'UE a settembre 2018 ha registrato un secondo mese di calo moderato, a 11 miliardi di euro di esportazioni e 8,7 miliardi di euro di importazioni, secondo i dati dell'ultimo rapporto mensile sugli scambi agroalimentari pubblicato dalla Commissione europea. Il valore delle importazioni mensili è leggermente diminuito, dello 0,9% rispetto a settembre 2017, mentre il valore delle esportazioni ha registrato un calo del 6,1% rispetto a settembre 2017. L'avanzo commerciale mensile del comparto agroalimentare si è attestato, pertanto, a 2,2 miliardi di euro, con una diminuzione del 22% rispetto a settembre 2017 , guidato principalmente da una crescita delle importazioni dell'UE di materie prime agroalimentari di base. I maggiori aumenti dei valori delle esportazioni mensili (settembre 2018 rispetto a settembre 2017, milioni di euro) sono stati registrati per Egitto (+61, con un incremento del 79,7%), Algeria (+34) e Corea (+26), mentre le esportazioni sono diminuite più Cina (-131), Hong Kong (-94) e Turchia (-91). Il valore delle importazioni agroalimentari dell'UE a settembre 2018 rispetto a settembre 2017 è aumentato in modo significativo per le importazioni provenienti dal Brasile (+166), dagli USA (+104), dalla Russia (+44) e dall'Ucraina (+40). 

Per il periodo di 12 mesi da ottobre 2017 a settembre 2018, le esportazioni agroalimentari dell'UE sono rimaste stabili a 135,7 miliardi di euro, corrispondenti a un leggero calo dello 0,5% in termini di valore rispetto allo stesso periodo di un anno fa.  I principali guadagni dei valori annuali (milioni di euro) sono stati conseguiti nelle esportazioni agroalimentari verso l'Ucraina (+281; + 16%), Giappone (+268; + 4%), Singapore (+256; + 12%) e Russia ( +204; + 3%). Gli Stati Uniti rimangono di gran lunga il più grande mercato per le esportazioni agroalimentari dell'UE, sebbene negli ultimi 12 mesi sia stato registrato un leggero calo (-136; -0,6%). I valori annuali delle esportazioni riflettono una tendenza al ribasso per la Cina (-509; -4%), che rimane tuttavia il secondo più importante mercato di esportazione dell'UE e destinazioni in Medio Oriente, in particolare in Arabia Saudita (-533; -13%) e Emirati Arabi Uniti (-467; -15%). 

A livello europeo guardando ai settori rappresentati dalla Federazione notiamo che l’export di “vini, vermouth, sidri e aceti” nel periodo ottobre 2017-settembre 2018 confrontato con ottobre 2016-settembre 2017 a valore risulta essere positivo con una crescita del 4,9%; le bevande spiritose nello stesso periodo mostrano una crescita del 3,4%. Le importazioni agroalimentari da paesi terzi nel periodo di 12 mesi tra ottobre 2017 e settembre 2018 hanno rappresentato 114,6 miliardi di euro, vale a dire un calo del -2,2% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. A causa del costante andamento delle esportazioni nel periodo di 12 mesi, l'avanzo delle esportazioni rimane tuttavia di 21 miliardi di euro (+2 miliardi di euro, + 10%).

In allegato il rapporto completo.

Alla scoperta dei sapori di Trapani: un viaggio enogastronomico dal mare alla valle del Belice

13-06-2024 | Itinerari

Un viaggio enogastronomico nella provincia di Trapani è un'esperienza che...

Masaf: deroga al 3% per la ristrutturazione dei vigneti nelle aree colpite da peronospora

13-06-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Vent’anni di export: la corsa di vino e spirits sui mercati internazionali

12-06-2024 | News

Negli ultimi anni, il panorama mondiale dell'export di vino e...

In dono ai Capi di Stato del G7 l’Atlante del patrimonio agroalimentare italiano

12-06-2024 | News

In occasione del prossimo G7, il governo italiano ha deciso...

Usa, indagine sulle sovvenzioni cinesi ai produttori di bottiglie

12-06-2024 | Estero

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha stabilito in...

No Binge: premiato il progetto dell’Università di Verona

11-06-2024 | News

Ancora un successo per “No Binge – Comunicare il consumo responsabile”, il...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.